giovedì 31 dicembre 2015

Un Incazzoso Lunedì 66 - I migliori Lunedì del 2015





Dopo una citazione così forte nel suo piccoloe umile modo di vedere le cose, giusto per ricordarvi che tocca sempre pensare ai Marò, visto che siamo in odore di classifiche e di resoconti credo sia giusto dedicare quest'ultimo numero della rubrica ai migliori 5 Lunedì dell'anno.

Ecco quindi i Lunedì che hanno fatto più visite su tutti:

  1.  http://ilmioquadernodegliappunti.blogspot.it/2015/12/un-incazzoso-lunedi-65-hermione-la-nera.html  Strano ma vero Hermione la nera ci ha regalato parecchie soddisfazioni a livello di visualizzazioni.
  2.  http://ilmioquadernodegliappunti.blogspot.it/2015/09/un-incazzoso-lunedi-53-infostud-e-come.html  Iscriversi all'università non è mai stato così difficile.
  3. http://ilmioquadernodegliappunti.blogspot.it/2015/07/un-incazzoso-lunedi-424344454647.html Passati gli esami ho deciso di scriverci sopra
  4. http://ilmioquadernodegliappunti.blogspot.it/2015/09/un-incazzoso-lunedi-52-miss-italia.html Miss Italia era l'argomento del momento e non potevo non commentare
  5.  http://ilmioquadernodegliappunti.blogspot.it/2015/11/un-incazzoso-lunedi-62-hellociaone.html Parlare, in tempo dei drammi del momento porta sempre a grossi numeri. Forse dovrei farlo più spesso.
Alla prossima!

#UnIncazzosoLunedì
#Ciaone!
#HermioneNegra
#MissItalia
#Esami2015
#Maturità2015
#Infostud

Flop Ten Film 2015 - Aspettative troppo alte

Mentre siete in attesa dell'ultimo Incazzoso Lunedì dell'anno, tocca cambiare nome a questa rubrica, ho deciso di scrivere due classifiche una flop e una top ten rispettivamente di film e di serie tv che pubblicherò tra il 31 Dicembre e il 1 Gennaio.
Così, giusto per dare una mano a quell'immenso cumolo di classifiche che durante gli ultimi giorni di ogni anno annaspa sul web.

Ora vediamo un po' quali sono i film peggiori di quest'anno secondo me.
Ricordo sempre che i titoli in classifica non devono essere usciti durante il 2015 ma sono elencati qui perchè io li ho visti durante quest' anno.

  1.  Avengers 2 - Age Of Ultron 
    Chiamatela mancanza di novità, problemi di sceneggiatura, personaggi con poco smalto, chiamatela come volete ma Avengers 2, per me, è la delusione dell'anno: avevo puntato tutto su questo film, memore del suo predecessore, e mi sono ritrovato senza avere nulla in mano.
  2.  In to the wild 
    Tante,tante promesse e basta. Un mare infinito di filosofia solo per innalzarsi su tutti gli altri film salvo poi essere, probabilmente, una ricostruzione molto scialba. Almeno la colonna sonora era bella.
  3.  Ant Man 
    " Capolavoro " peccato che non sia affatto così: piatto e scialbo. Piccolo, piccolo come una formica.
  4.  The Imitation Game 
    Superficiale. Potete dire tutto ciò che volete ma difficilmente mi leverete dalla testa che è stata sprecata una grande occasione per parlare, in parte, della discriminazione per gli omosessuali.
  5.  You Are Next
    Non fidatevi mai quando vi dicono che un film horror è diverso da tutti gli altri e potrebbe rivoluzionare il genere. Mai
  6.  Ogni maledetto Natale
    Diverso da ogni altro cinepanettone? Si. Divertente? A tratti. Merita tutte le buone se non eccelenti critiche che ha ricevuto? Decisamente no.
  7.  Four Rooms 
    Il nulla. Niente di più e niente di meno
  8.  Hard Candy
    Avete presente quello che ho detto per You are next? Ecco Hard Candy segue lo stesso ragionamento solo che brucia un plot interessantissimo e il dubbio morale di tutto il film dopo i primi trenta minuti lasciandoti, per tutto il resto del film, solo del semplice gore.
  9.  La Ragazza che giocava col fuoco/ La regina dei castelli di carte
    A me il primo film mi era pure piaciuto poi decidono di sfanculare tutto con parentele, fratelli segreti e servizi segreti in mano a vecchi fuori servizio di anni che ritornano a sorpresa.
  10.   L' Ipnotista
    Noia. Sapete mi aspettavo uno di quei film convincenti e magari anche un po' psicologici peccato che non valga un cazzo di niente.

Ed eccoci qui, la prima classifica è finita.
A breve, arriverà anche la seconda.

Alla prossima!

#FlopTen
#FlopTen2015
#FlopTenFilm
#FlopTenFilm2015

Top Ten Serie Tv 2015 - Viva l'Inghilterra




Mentre siete in attesa dell'ultimo Incazzoso Lunedì dell'anno, tocca cambiare nome a questa rubrica, ho deciso di scrivere due classifiche una flop e una top ten rispettivamente di film e di serie tv che pubblicherò tra il 31 Dicembre e il 1 Gennaio.
Così, giusto per dare una mano a quell'immenso cumolo di classifiche che durante gli ultimi giorni di ogni anno annaspa sul web.

Ora vediamo un po' quali sono le serie tv migliori di quest'anno secondo me.
Ricordo sempre che i titoli in classifica non devono essere usciti durante il 2015 ma sono elencati qui perchè io li ho visti durante quest' anno.

  1.  Doctor Who 9
    Capolavoro. Difficile usare un'altra parola per una serie che arrivata alla nona stagione, più tutte le stagioni della vecchia produzione, riesce a riunire vecchio e nuovo in poche scene. Se siete dei fan della saga recuperatela, se l'avete lasciata tornate a casa, se non l'avete mai seguito iniziate per arrivare fino a qui oppure fatevi dare alcune linee guida e non lasciatevi scappare questo piccolo capolavoro.
  2.  House Of Cards
    Difficile non rimanere a bocca aperta dopo aver visto tutto lo straordinario giro di vite, nel vero senso della parola, che porterà Frank alla Casa Bianca. Siamo arrivati dove volevamo ora però tocca tenerci stretto il trono.
  3.  Luther
    Sei episodi che scivolano via, limpidi e perfetti senza la minima sbavatura. Volete un buon giallo? Eccolo. Volete una forte trama orizzontale? Eccola. Volete dei buoni casi settimanali? Eccoli. Luther ha tutti e aspetta solo te.
  4.  Halt And Catch Fire 2 
    Pc, comportamenti eccessivi e tanta, tanta ma tanta voglia di vincere su tutti gli altri. Nessuno sarà più quello di prima dopo una seconda stagione superiore alla prima in tutti i campi.
  5. How To Get Away With Murder 
    Un cadavere, un flasforward e una ricerca insensata per la verità. Chi è stato? Chi ha tradito chi? Come si risolverà tutta la questione? Preparatevi ad essere stupiti.
  6. Agent Carter 
    Agent Carter è, per me, la sorpresa dell'anno. Non avrei scommesso nulla su una serie che non sembrava avere molte pretese ma credetemi non mi sono mai sbagliato così tanto in vita mia.
  7.  Daredevil 
    Netflix. Daredevil. Il produttore di Spartacus. Un macro universo condivido e unito a quello Marvel cinematografico. Ne dobbiamo ancora parlare?
  8.  Doctor Who 6
    Il Silenzio, River e la morte del Dottore. Probabilmente l'ultima stagione Smith ai massimi livelli.
  9. Games Of Thrones 5
    Meno fedele ai libri ma sempre molto spettacolare GOT rimane un successo e nulla può mettersi contro di lei.
  10. Olive Kitteridge
    Piccola, intima, dolce e crudele. Questo è Olive Kitteridge e non vorrete chiedere altro.
 Alla prossima!

#SerialUpdate
#TelefilmAddicted
#TopTen2015
#TopTen
#TopTenSerieTV
#TopTenSerieTV2015

lunedì 28 dicembre 2015

Inside WWE Network 4 - Unfiltred/Table for 3

                                                                            





Bentornati alla rubrica in cui analizzo e giudico le rubriche esclusive del WWE Network.
Approfittando della conclusione, temporanea, di queste due serie ho deciso di dirvi cosa penso di Unfiltred e di Table for 3.
Entrambe le serie sono, principalmente, delle mini interviste, la durata si aggira sui 30 minuti, che, però, si svolgono in maniera totalmente diversa: Table for 3 è un'intervista un po' più caciarona mentre Unfiltred è molto più intima e professionale.
In Table for 3 i protagonisti, appunto tre wrestler con qualcosa in comune, si trovano ad un tavolo e mentre mangiano parlano a caso di varie cose che gli sono successe durante tutta la loro vita.
Unfiltred, invece, è un'intervista singola con la giovane e brava Renee Young che riesce a tirare fuori il meglio dai suoi ospiti wrestler o no.
Se entrambi gli show hanno la stessa durata Renee riesce a sfruttare i suoi 30 minuti in modo ottimo, andando dritta su alcuni punti e riuscendo anche a farci sapere alcune curiosità mentre Table for 3 è molto più confusionario e sembra un continuo girare a vuoto.
Probabilmente la mancanza stessa di un vero conduttore indebolisce molto Table rispetto ad Unfiltred facendomi preferire la seconda rispetto alla prima.
Non sconsiglio Table completamente ma vi avviso: se cercate un qualcosa di più chiaro e professionale questa non è la serie fatta per voi mentre Unfiltred lo è.

Alla prossima!

#WWENetwork
#WWE
#TableFor3
#Unfiltred

domenica 27 dicembre 2015

Speciale Natale - The Husbands Of River Song

                                                                               






River Song e il Dottore.
Il Dottore e River Song.
È difficile dividere questi due personaggi e tenerli separati.
Difficile perchè Moffat li ha resi una cosa sola, una cosa molto speciale e strana per il Dottore se le si vuole dare un certo significato: una coppia.
Forse River è diventata la moglie del Dottore per tutti perchè Moffat le ha cucito addosso una storia su misura ma è innegabile come Alex Kingston stessa sia riuscita a trovare un'alchimia molto forte con qualsiasi tipo di Dottore si è vista dividere lo schermo: da Ten a Twelve River non ha mai sbagliato una battuta sarcastica o uno sguardo.
Non dico che River è stata al di sopra di qualsiasi companion che il Dottore ha avuto di recente, questo no, ma principalmente perchè lei non fa parte di quell'insieme: è a parte, è tutta un'altra cosa.
Il legame speciale e diverso che c'è tra loro due è palese anche in questo speciale che, al momento, sembra essere l'ultima apparizione di River Song nel mondo di Doctor Who: battute a raffica, dispetti e un'infinito mare di dolcezza che difficilmente il Dottore si fa uscire dalla bocca quando River non è nei paragi.
Mentre River non riconosce il Dottore, non essendo a conoscenza del suo nuovo set di rigenerazioni, i due si trovano in un mare di problemi dovendo scappare dal corpo robotico di un re assassino che cerca proprio la propria testa rubata dalla nostra archeologa preferita.
Tra un bacio e l'altro, non tra River e il Dottore però, marito e moglie risolvono la situazione e, per puro caso, si ritrovano su Delirium dove, come sappiamo tutti tranne River, i due avranno il loro ultimo appuntamento: davanti alle Torri Cantanti il Dottore regalerà un cacciavite sonico a River e lei, il giorno dopo, partirà per la sua ultima spedizione in una biblioteca molto famosa.
Per tutto l'episodio River sembra essere lontana dal Dottore e dal suo ricordo o quantomeno, come vedremo nel finale in un grande discorso, se ne tiene lontana e solo una frase molto famosa la riporterà alla realtà prima che il Dottore la faccia piangere di gioia con una piccola notizia.
The Husbands Of River Song magari non sarà il migliore speciale di Natale del Nuovo Who, The Snowmen lo considerò un gradino di sopra, ma è senza dubbio un gran finale di stagione, un episodio pieno di risate e la fine, in tutti i sensi, di un ciclo.
Moffat sarà sempre Moffat e nessuno saprà scrivere Doctor Who meglio di lui.

Alla prossima!

#DoctorWho
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted

giovedì 24 dicembre 2015

Luther 4 - Please no more

                                                                                        




La prima stagione di Luther era un piccolo gioiello.
Un sogno ad occhi aperti lungo sei episodi.
Un cattivo convincente ogni volta, accompagnato da una trama orizzontale quasi invisibile ma dirompente che ti distrugge negli ultimi tre episodi finali.
Finita quella stagione Luther, il vero Luther, ci saluta: lo rivedremo alcune volte magari all'inizio della seconda stagione o negli episodi finali della terza ma il numero esiguo degli episodi e un'inutile trama orizzontale, per le altre due stagioni restanti, seppellì il mio ispettore preferito.
Due settimane fa però, preceduta da qualche trailer ben augurante, Luther torna con una quarta stagione: il numero degli episodi è esiguo, solo due, ma il trailer promettere bene e il villan potrebbe non essere male.
Ci speravo, ci speravo davvero peccato che non sia stato così, peccato che Luther non sia mai tornato al punto iniziale e non abbia più avuto lo stesso smalto di un tempo.
Chiariamo lui non cambia mai, è sempre fantastico peccato che la scrittura stessa della serie sia peggiorata e si rincorra in un loop infinito: malavitosi che lo vogliono morto e una " partner " psicotica sono sempre presenti ma, purtroppo in diverse forme non dando la minima possibilità al personaggio di andare avanti.
Questa stessa quarta stagione è stata, allo stesso modo, come ho detto prima, un ridondante e continuo ritorno al passato con un altro boss che vuole Luther morto e una sostituta per Alice Morgan, gran personaggio che ora si trova in The Affair.
Peccato che questo ritorno al passato sia solo un'ennesima ripetizione, senza senso e senza fine che non riesce a far tornare il personaggio ai fasti di un tempo.
Quindi per favore, per piacere lasciate perdere questo gran personaggio e andate avanti anche perchè il treno, ormai, è partito.

Alla prossima!

#SerialUpdate
#TelefilmAddicted
#Luther
#Luther4Season

mercoledì 23 dicembre 2015

The Affair 2 - Chi ha ragione e chi torto?

                                                                            




Un anno fa iniziai a vedere The Affair senza aspettarmi nulla di nulla, sapevo solo la sinossi iniziale della trama e non ero minimamente a conoscenza del modo, sorprendente e originale, di narrare questa storia da parte degli sceneggiatori.
Adesso, dopo la fine della prima stagione, ho visto anche tutta la seconda, che ha implementato i punti di vista di Cole e Helen oltre a quelli di Alison e di Noah, e, senza nessun dubbio, posso dire che non solo questa è stata una stagione superiore alla prima ma anche che è risultata essere un prodotto completamente diverso da ciò che ci si poteva aspettare: sia dal punto di vista stilistico che di quello della caratterizzazione dei personaggi.
Se, nella prima stagione, i protagonisti erano Alison e Noah e, senza dubbio, lo spettatore si trovava " costretto " ad empatizzare con loro e con la loro scelta quantomeno discutibile, in questo secondo capitolo, con l'entrata in scena dei due traditi, il punto di vista dello spettatore viene completamente stravolto e ci troviamo, in più di una scena, a toccare con mano il dolore di chi è stato lasciato indietro, senza preavviso.
Così, mentre nei primi episodi la vita per Noah e Alison scorre, abbastanza bene, i loro momenti peggiori li troviamo nel futuro dove possiamo seguire la trama orizzontale della serie, Cole e Helen non riescono a non cedere al dolore venendo quindi strattonati da un destino a loro avverso che, di fatto, li fa rientrare nelle nostre grazie.
Andando più avanti nella stagione questa sensazione non diminuisce minimamente anzi diventa sempre più forte quando il personaggio di Noah prende una piega, quasi inaspettata, che, di nuovo, lo mette sotto i riflettori, soltanto che, stavolta, lo fa in un modo molto diversa dal passato.
Noah, quindi, inizia a perdere la bussola e piano piano, specialmente nelle ultime puntate, Alison lo segue, prendendo una direzione completamente diversa però dando, quindi, sempre più risalto a Cole e Helen.
Peccato che anche Helen prenda molte decisioni sbagliate, una su tutte quella del finale, lasciando da solo Cole come unico personaggio positivo dell'intera stagione e di tutta la serie in sè a questo punto.
Se l'intera stagione è una discesa negli inferi morali per tutti i personaggi che voglio qualcosa in più dalla vita e non riescono ad accontentarsi il finale, almeno per Noah, risulta catartico in tutti i sensi, con una scelta molto sentita e mette le aspettative per la terza stagione ad un livello più alto di quelle che tutti avevamo per la seconda.
Insomma Showtime è riuscita a rendere un'ottima serie un qualcosa di davvero eccezionale non perdendo l'unicità del prodotto e alzando l'asticella della qualità.

Alla prossima!

#SerialUpdate
#TelefilmAddicted
#TheAffair
#Showtime
#SeasonFinale

martedì 22 dicembre 2015

American Comics In A Flash 3 - Secret Wars numeri 1

                                                                           



 
Approfittando di una promozione di Comixology, applicazione che consiglio a tutti gli amanti di fumetti, ho deciso di comprare tutti i numeri uno delle testate secondarie di Secret Wars che mi interessavano e di recensirle in questo nuovo numero di American Comics In A Flash aiutandovi così anche per le scelte nei prossimi mesi visto che a breve usciranno in Italia.
Ho deciso di dividere le testate in due tranconi ben distinti, gli Up e i Down, e scriverci due righe sopra come da tradizione per questa rubrica.

Up

Civil War
Avevo pochi dubbi sulla buona riuscita di questa serie e non sono stato deluso: un what if pieno di misteri che rimaneggia molto bene uno dei crossover migliori di questi anni

Siege
Prendete GOT e sostituite i Guardiani della notte con vari personaggi Marvel, condite il tutto con una buona dose di " Siamo gli unici che possono salvare questo mondo " e resterete molto soddisfatti.

Thors
Amate i buddy movie o i gialli?
Non credete che il personaggio di Thor sia adatto a questo genere di storia?
Vi sbagliate.

Old Man Logan
Difficile prendere un personaggio così bello, con un background così pieno di possibilità e sminchiarlo.
Quasi impossibile ed infatti non è accaduto.

Down

Red Skull
Deluso è dire poco: avevo così tante aspettative per questo fumetto che avrei tanto voluto rompere il telefono dopo averlo letto.
Chissà magari ero io che mi aspettavo una storia completamente diversa.

Renew your vows
Altra storia da cui mi aspettavo qualcosa di completamente diverso questa però, a differenza di Red Skull, è resa in una maniera troppo semplicistica e l'unico pregio è poter vedere la famiglia Parker viva e unita.

E is for Extinction
Difficile prendere un ciclo di Morrison e perderne i tratti più belli come quello degli X Men freddi e spietati o dei mutanti in pericolo perchè sempre più forti e sfancularli in poche pagine.
Difficile ma non impossibile come questo fumetto ci dimostra.

1872
Io amo i Western, adoro questo genere di storie peccato che il tutto sia davvero molto semplice e lineare.

X - Tinction Agenda
A mio avviso la testata peggiore tra quelle che mi interessavano.
Noiosa ed inutile.
Spero che questo articolo vi sia stato utile.

Alla prossima!

#SecretWars
#Marvel
#MarvelItalia

lunedì 21 dicembre 2015

Un Incazzoso Lunedì 65 - Hermione la nera

                                                                            






Quand è che il politicamente corretto diventa, automaticamente, politicamente scorretto?
L'intelligenza dice: quando è forzato.
Ora, tutti insieme, chiediamoci: quando il politicamente corretto è forzato?
Difficile rispondere a questa domanda, potremmo avere una risposta sincera solo da chi prende certe decisioni giudicate, da alcuni, sbagliate perchè non necessarie e fatte solo per il politicamente corretto e, da altri, giuste perchè necessarie per, diciamo, un bene superiore.
Un esempio?
Guardate, ve ne do due: personaggio bianco, di natura caucasica, interpretato da un attore/attrice di colore nel remake più recente ad opera della Fox dei F4 e nella trasposizione teatrale del sequel dei Doni della morte di Harry Potter.
I personaggi in questione sono, rispettivamente, la Torcia Umana e la bella Hermione Granger.
Ora, dove sarebbe lo sbaglio?
Dov è il politicamente corretto che diventa scorretto?
Molti fan, di entrambe le saghe, e qualche idiota perdi tempo hanno deciso di attaccare i produttori di entrambi gli show per aver " snaturato " un personaggio chiave della serie senza un vero e proprio motivo, solo per il politicamente corretto.
L'unica cosa che posso dire è: possibile.
Possibile che due attori di colore siano stati scelti per interpretare un personaggio bianco solo per portare avanti un certo tipo di " rivoluzione ".
Possibile ma non certo.
Non certo perchè, com' era facile prevedere, i produttori avevano una scusa, chissà se è giusto chiamarla così, pronta: li abbiamo scelti non per il colore della pelle ma per le loro capacità attoriali e voi siete razzisti.
Poche semplici parole a cui difficilmente si può replicare, peccato che molti abbiano replicato iniziando, per l'ennesima volta, una guerra infinita ed inutile.
Qualcuno avrà mai una risposta certa?
Difficile dirlo, davvero difficile.

Alla prossima!

#F4
#UnIncazzosoLunedì
#FantasticFour
#HP
#HarryPotter
#HarryPotterEIDoniDellaMorte
#IDoniDellaMorte
#HermioneGranger
#TorciaUmana

venerdì 18 dicembre 2015

Plus One 9 - The Magicians

                                                                               




La forza di un pilot è direttamente proporzionale alla personalità dei protagonisti della serie, all'unicità o allo stile dei comprimari, alla forte premessa iniziale e ad un  finale non per forza scioccante ma comunque così convincente da far tornare lo spettatore.
Misteri e legami shock tra i personaggi possona essere un qualcosa in più ma bisogna dosarli bene, senza dare troppo ma allo stesso tempo senza dare troppo poco sembrano, rispettivamente, o già scritti e visti o insapore.
The Magicians mandato in onda ieri, cosa abbastanza strana visto che solo il 25 Gennaio la serie tornerà in onda, riesce, senza neanche un momento morto a fare tutte queste cose insieme, in maniera organica, creepy ma anche parecchio avvincente.
Inizialmente non avevo la minima intenzione di dargli uno sguardo, il tema abusato e la massiccia somiglianza con Harry Potter mi avevano fatto lasciar perdere, ma poi ho cambiato idea e sono rimasto piacevolmente sorpreso per come è stata orchestrata tutta la puntata.
Se il protagonista, tolta una possibile e interessante malattia mentale, non si differenzia dal solito cliché del prescelto, anche se non ne sappiamo ancora molto, e i molti, davvero un gran numero e tutti ben caratterizzati, comprimari sono i soliti personaggi tutti hanno una propria personalità e vederli, più volte, tutti insieme sullo schermo non è per niente male: dopo poche scene puoi già dire quali sono i tuoi preferiti e chi no.
Se i personaggi e la premessa base, pur caratterizzati benissimo e molto accattivanti, non sono molto originali, anzi forse quasi per niente, la trama del serial e i pochi misteri che ci vengono proposti non solo tra di loro si intrecciano perfettamente ma sono dosati nel modo giusto e in maniera abbastanza particolare.
L'approccio creepy e più orientato verso il vietato ai diciotto che ai quattordici, a differenza di quanto dica il rating, allontana la premessa iniziale dai film di Harry Potter toccando sempre lo stesso argomento potendo però avventurarsi in territori inesplorati.
Gli autori quindi hanno davanti a sè un grandissimo margine di manovra potendo, appunto, scrivere una sorta di HP per più grandi venendo bloccati e costretti soltanto dal libro alla base della serie che non so se seguiranno o no.
Tante strade, alcune battute e altre no, ma The Magicians ha appena iniziato e se il pilot è come tutta la serie allora siamo a cavallo.

Alla prossima!

Voto Plus One: 10

#SerialUpdate
#TelefilmAddicted
#PlusOne
#TheMagicians

Decisioni per il nuovo anno - No More recensioni per episodi

                                                                          



Forse per Flash è andata e andrà, col debutto della seconda stagione in Italia, diversamente ma le altre due serie che ho recensito durante l'anno non solo hanno avuto poche visualizzazioni ma la loro qualità, purtroppo, si è abbassata notevolmente.
Sarà che ho sfortuna o che non ho occhio per quello ma di, metti a caso, 5 serie che scelgo di recensire settimanalmente 3 di queste non mi piacciono e in poco tempo mi trovo a dover continuare a recensire un prodotto che trovo pessimo ripetendo sempre le stesse cose.
Questo intero sistema non solo danneggia il blog in sè, poche visualizzazioni su recensioni con poca voglia di serie brutte, ma mi fa rimanere anche male perchè non riesco a dare un " servizio " migliore.
Viceversa ho visto che la recensione completa di una determinata serie, per esempio Jessica Jones, è stata presa bene dal pubblico e mi è anche piaciuto scriverla quindi ho preso una decisione: niente più recensioni settimanali ma solo di intere serie alla loro conclusione.
Spero che questo possa migliorare ancora il blog insieme a certe cose che sto cercando di fare.

Alla prossima!

#SerialUpdate
#TelefilmAddicted
#IlMioQuadernoDegliAppunti

mercoledì 16 dicembre 2015

Fargo 2X10 Palindrome - Recensione

                                                                             






Non c'è stato un singolo episodio di questa stagione di Fargo che mi è davvero piaciuto.
Nessuno.
Ne il primo, ne il secondo ne tutti gli altri.
Zero.
Nulla.
Fargo, quest' anno, non mi è piaciuto e la cosa strana è che sono l'unico a quanto sembra.
Non ho trovato questa stagione, questa tematica e questi personaggi minimamente all'altezza dei personaggi, della tematica e della stagione precedente.
È come se gli scrittori abbiano deciso di scrivere una storia con un intreccio molto semplice, statico, caricandolo al massimo ma dimenticandosi la cattiveria, i momenti duri e anche volgari della scorsa stagione dividendo tutto il cast dei personaggi in due tronconi ben separati, il bene e il male, allontanandosi da quel lato grigio che tanto mi era piaciuto un anno fa.
Cazzo su Twitter ho visto gente difendere gli alieni del penultimo episodio di Fargo mentre hanno massacrato AHS per averli usati allo stesso modo salvo dimenticarsi che mentre AHS usa elementi di fantasia Fargo no, si ancora alla realtà, ne fa un suo vanto e poi la tradisce in questo modo venendo salvata dalla gente che loda la regia degli episodi e qualche piccola e singola interpretazione.
Interpretazioni che, a conti fatti e continuo a dirlo, mancano dello smalto di una stagione fa e mancano, secondo me, personaggi e interpretazioni di spessore anche perchè, Kristen Dunst non è stata nulla, nulla in questa serie pari alla Bates nella terza stagione di AHS o nella quarta.
Personaggi venduti come oro che in realtà non sono nulla e che non sono entrati nel cuore di nessuno non come quelli vecchi: nessuno è riuscito a creare un collegamento con il pubblico.
Nessuno.
Non avendo empatia con nessuno dei personaggi puoi ucciderli, e qualcuno muore in questo episodio, torturarli o fargli perdere tutto ma chi guarda non sentirà nulla, non si dispiacerà ne proverà altro se non noia.
Tanta noia.
NOIA.
Beh prima o poi toccava anche a Fargo cannare anche se avrei preferito che lo facesse più in là.

Alla prossima!

#Fargo
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted

martedì 15 dicembre 2015

Secret Wars 8 - Marvel Zombi

                                                                           



Pantera Nera e Namor più un guanto dell'infinito e un gran numero di zombi chiudono il penultimo numero di Secret Wars dandoci appuntamento a, credo, non si sa quando per il finale.
Già nelle precedenti recensioni ho detto quanto Secret Wars sia un continuo godimento per i fan per via degli scontri epici che propone e che, allo stesso tempo, sia costruito abbastanza male, principalmente, perchè ti chiede di leggere tutte le testate legate al maxi evento, cosa abbastanza impossibile.
Questo ultimo numero, non si discosta minimamente dal canovaccio di tutto il crossover lasciandoci da una parte soddisfatti e dall'altra perplessi per come siano accaduti determinati avvenimenti e troncando a metà la bellezza dell'intera opera.
Civil War è, a mio modesto parere, il miglior crossover Marvel dell'era recente non solo per il suo fortissimo intreccio e impatto emozionale ma anche perchè non c'era davvero bisogno di leggere tutte le testate correlate e Secret Wars cerca di emularlo in qualche campo fallendo però miseramente nel confronto principalmente perchè viene schiacciato dalle regole commerciali della Marvel che mal si uniscono alla libera e completa fruizione di una storia.

Alla prossima!

#SecretWars
#Marvel
#MarvelItalia
#MarvelCrossover

lunedì 14 dicembre 2015

Un Incazzoso Lunedì 64 - Mediaset e le sigle dei cartoni animati negli ultimi tempi

                                                                       




Ci sono Lunedì in cui devo impiccarmi per trovare qualcosa di cui scrivere, altri in cui non trovo proprio nulla e altri ancora in cui la notizia mi arriva tra le braccia senza neanche uno sforzo: stavolta tocca ringraziare Italia Uno ma facciamo tutto con ordine.
È passato tanto tempo da quando Cristina D'avena e Giorgio Vanni cantavano le sigle dei nostri cartoni preferiti.
Ad alcuni piacevano, ad altri no ma quantomeno erano sempre scritte con un senso, sempre originali e mai a caso o ricopiate dalla traccia originale.
Così come doppiavamo i cartoni ci facevamo la sigla in casa: prendevamo due professionisti di quel settore, non solo musicale, li mettevamo davanti ad un microfono e ad un testo ben fatto e via con la magia.
Attualmente però la Mediaset stessa, guardate il suo palinsesto negli ultimi anni, ha deciso di dare sempre meno spazio a certi prodotti modificandone anche il confezionamento.
Così siamo passati dall'avere dei semi sconosciuti per le sigle italiane ad avere dei cantati pseudo famosi e famosi tra cui, l'ultimo, Jovanotti.
Ora non me ne voglia nessuno dei suoi fan, quelli di Moreno si però, ma io direi, per l'ennesima volta, di lasciar perdere i nomi famosi o sempre in attività per lè sigle dei cartoni o proprio di lasciarle originali soprattutto se non c'è un testo vero e proprio e quindi si scopiazza, come in questo caso, o se sei un mentecatto e parli di mafia, pizza e zombi come quell'idiota di Moreno.
Che poi io non capisco se tanto non ci vuoi punti, se non te ne frega nulla perchè devi buttarci dei soldi ingaggiando uno famoso?
Poi oh magari Vanni per un cartone animato si fa pagare più di Jovanotti e ha ragione Mediaset ma io non credo.
Non credo e più semplicemente non capisco.

Alla prossima!

#UnIncazzosoLunedì
#AdventureTime
#Mediaset
#ItaliaUno

sabato 12 dicembre 2015

Mediocri pro trailer BatmanVSuperman

                                                                              




Chiunque mi conosca sa che io amo i cinecomic, di qualsiasi casa io gli do sempre una possibilità.
Non ho problemi, pregiudizi ne difendo qualcosa a spada tratta se non mi è piaciuta.
Un esempio?
A me è piaciuto Spiderman 3 al di là di evidenti errori ma ho odiato, completamente, Avengers Age of Ultron.
Qualcuno è d'accordo con me, qualcuno no, le mie sono solo opinioni, attaccabili e non ma chiaramente non parliamo di fatti oggettivi.
I fatti oggettivi sono altri.
Qualche esempio?
Un fatto oggettivo è che il rapporto tra Tony e Steve non è una vera e propria amicizia ma è stata costruita sicuramente meglio rispetto ad un inesistente rapporto tra Superman e Batman.
Un altro fatto oggettivo è che il trailer di BatmanVSuperman è stato montato male e con un'evidente sbaglio: lo svelare, nel finale, il villan vero e proprio della pellicola.
Perchè?
Non so, forse la DC ha sentito una forte pressione da parte della Marvel e voleva scoprire tutte le carte sul tavolo ma questo non cambia il fatto che concettualmente l'idea è sbagliata.
Sfido, sfido chiunque di voi a dire che quella non sia un'idea sbagliata, non sia un rivelare troppo, un non lasciare più niente all'immaginazione svelandoci tutti e tre gli atti effettivi della pellicola.
Forse era un qualcosa che già si vociferava, c'erano molti rumor su internet ma svelare apertamente qualcosa non è come sentirlo da voci senza nessuna prova.
Tra le due cose c'é chiaramente un abisso.
Quindi, semplicemente, non mi spiego perchè qualcuno ha il coraggio di difendere un'idea del genere.
Non capisco come una persona che si dia dell'amante del cinema possa parlar bene di questo trailer prendendo in giro chi ha mostrato il proprio disappunto.
Possono anche non piacerti i cinecomic, puoi anche odiare quelli targati Marvel e difendere quelli DC ma non esiste che tu possa parlar bene di questa rivelazione sentendoti al di sopra di tutti.
Forse tocca guardarsi un po' allo specchio e rendersi conto che non sei al di sopra di tutti ma sei solo un ipocrita.
Tutto li.
La cosa è molto semplice.
Basta dirsi la verità che tanto si professa.

Alla prossima!

#BatmanVSuperman
#TrailerReaction
#DC
#DCComics

mercoledì 9 dicembre 2015

Flash 2X09 Running to stand still - Recensione

                                                                            



Buon Natale Flash!
Pronto ad affrontare due dei tuoi peggiori nemici?
Si, certo non credo proprio che avrò problemi.
Barry Allen, durante l'ultimo episodio di Flash, come abbiamo visto, si ritrova a dover affrontare il Mago del tempo e Trickstar scappati dal carcere con un unico obiettivo: quello di far fuori il velocista scarlatto.
Così come chiunque si poteva aspettare Barry riesce, in poco tempo, nel finale della puntata, ad averla vinta contro i suoi avversari lasciando sotto la luce dei riflettori le vicende personali e non dei nostri personaggi preferiti.
Se Cisco non sembra minimamente sentire la mancanza di Kendra, Caitlin e Jay riescono, finalmente, spinti un po' da tutti, a baciarsi e quindi ad iniziare la loro storia romantica utile, almeno secondo me, a rendere un po' più interessanti due personaggi lasciati in disparte durante questa prima parte di stagione.
Iris invece, mettendosi una mano sulla coscienza, decide finalmente di dire a Joe dell'esistenza di Wally West, suo figlio e fratello di lei, levandosi un peso dallo stomaco e incontrandolo negli ultimi minuti della puntata.
Barry e Patty infine, mentre Harry di Terra 2 prende una drastica decisione, continuano a fare passi avanti nella loro relazione anche senza saperlo: Patty infatti, alla ricerca del Mago del tempo che è l' assassino di suo padre, si confronta, in un momento critico, con Barry vestito da Flash svelandogli un segreto del suo passato e il ragazzo riesce, in due occasioni, a " salvare " l'anima della fidanzata impedendole di fare il passo più lungo della gamba e facendola aprire di più con Barry stesso.
Flash, con una semplicità disarmante, porta avanti tutte le storyline iniziate negli episodi precedenti senza perdere il suo smalto.

Alla prossima!

#Flash
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted

Fargo 2X09 The Castle - Recensione

                                                                               



Sarà che la storia degli UFO mi puzzava sin dall'inizio, sarà che hanno già mezzo rovinato una serie che ho adorato, AHS 2, ma fin dall'inizio ho detto e ridetto che questa storia degli alieni sarebbe stata un vero problema.
Fargo non mi smentisce minimamente e nella penultima puntata decide di dare il colpo di grazia alla realtà della serie mettendo un enorme UFO sopra la testa di tutti i nostri protagonisti durante un folle scontro a fuoco.
Tutti lo vedono, nessuno fa finta di nulla e addirittura viene usato come deus ex machina per risolvere una situazione molto spinosa.
Non so, dovrei dire altro?
Cazzo in una serie che si spaccia per reale, che è sempre stata reale esce fuori un cazzo di UFO.
Davvero?
Davvero?
Come potete vedere la mia voglia di parlare di Fargo ormai è quasi svanita ma, per fortuna, manca un solo episodio alla fine.

Alla prossima!

#Fargo
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted

lunedì 7 dicembre 2015

Un Incazzoso Lunedì 63 - Big Like con Adele: come finì

                                                                               




Devo dire che mi sarebbe davvero piaciuto, ancora una volta, come dice il titolo del post, fare i Big Like e le visualizzazioni parlando della star obesa preferita dagli italiani.
Gerry Scotti?!
No dai, Adele.
Leggete il titolo.
Mi sarebbe davvero piaciuto, peccato che nel week end l'intera situazione si sia sgonfiata liberando Adele dalla posizione, tanto amata, di argomento più discusso e dibattuto sui social.
Come mai dite?
Beh, vedete qualsiasi fenomeno di internet, se così lo vogliamo chiamare, passa dall'essere prima citato in post molto semplici, poi abbiamo i Meme, prima tranquilli e poi anche offensivi, poi si cita il tutto direttamente taggandolo o, in questo caso, scrivendo sul suo profilo, Marquez ne è una prova, fino al post diretto più becero come l'insulto diretto.
Ora, tolto che a questa persone gliene frega poco anche perchè la maggior parte delle volte non parla la nostra lingua Adele è riuscita a mettersi tutti alle spalle avendo sul suo profilo post che mai nessuno aveva visto prima: post di ragazze brutte o di troll, finte donne in questo caso, che cercano ragazzi, richiedono mi piace per uscire o attaccano altre ragazze dandole delle troie
Ora, qualche momento fa, mi sono fatto un giro sul profilo di Adele e, strano ma vero, non c'è più nessuna traccia di questi post quindi o sono stati cancellati o sono stati buttati infondo con altri post.
Che la cantante si sia un attimo irritata?
O che, per l'ennesima volta, siamo riusciti a rendere una cosa divertente, inizialmente, una vera e propria merda?
A voi l'ardua sentenza.

Alla prossima!

#Un Incazzoso Lunedì
#Adele
#Ciaone
#Hello
#AdeleHello
#IBigLike

venerdì 4 dicembre 2015

Flash 2X08 Arrow 4X08 Legends Of Today/Yesterday - Recensione

                                                                               




Così come Avengers 2 non ha avuto, su di me, lo stesso impatto del primo Avengers, non parlo dei problemi di scrittura del secondo capitolo ma dell' assenza del fattore novità, così il secondo crossover tra Flash e Arrow non mi ha lasciato le stesse emozioni del primo grande evento in casa CW.
Ora, chiariamo, il crossover mi è piaciuto molto ma se dovessi scegliere tra i due preferirei quello dello scorso anno proprio per il fattore novità.
Dopo essermi tolto questo sassolino dalla scarpa direi che possiamo iniziare a parlare dei due episodi più dettagliatamente.
Legends Of Today/Yesterday aveva, non solo, come compito quello di riunire, prima della pausa invernale, i due principali eroi DC in TV coi loro comprimari ma anche quello di introdurre allo spettatore i protagonisti della nuova serie CW in onda, tra due settimane, durante la pausa di Arrow e Flash: Legends Of Tomorrow.
Se, da una parte, ci riesce egregiamente con la presentazione di Vandal Savage, difficilmente qualcuno si scorderà del fatto che ha effettivamente ucciso tutti ad un certo punto, pecca, almeno secondo me, nella presentazione di Hawkman and Hawkgirl: sarà che li trovo ridicoli o che Kendra, come attrice, non mi fa impazzire ma davvero avrei preferito che fossero scelti altri personaggi come traino per questa nuova serie.
Ora, non dico che Legends Of Tomorrow sarà un disastro per la presenza di questi due, infondo ci saranno altri personaggi e Hawkman non sembra caratterizzato male, ma sono i primi personaggi ad apparire effettivamente ridicoli e la CW era riuscita a rendere credibile, ai miei occhi, anche Flash quindi, secondo me, si poteva fare qualcosa di meglio.
Per quanto riguarda, invece, il ricongiungimento di Barry e di Oliver forse è stato un po' troppo frettoloso e, come detto, manca il fattore novità ma i due insieme sono una vera bomba e a differenza di gente più " importante ", parlo di due eroi Marvel in particolare, il fatto che i due siano amici si sente e si vede lontano un miglio e, francamente, mi piacerebbe davvero molto vedere tra loro due una sorta di Civil War che, spero, prima o poi ci sarà.
Questo perchè non solo il rapporto tra i due è tangibile e più forte di quello tra Iron Man e Cap ma anche perchè sarebbe più forte emozionalmente anche di quello tra Batman e Superman dell'attuale universo DC visto che, ormai mi sembra lampante, sono i loro corrispettivi televisivi.
L'amicizia tra i due team continua a crescere e vederli insieme è sempre una bella cosa anche perchè portano due universi a scontrarsi e a incontrarsi regalando, effettivamente, il meglio di entrambi gli show.
Difatti gli scrittori di Arrow e Flash si sono trovati a dover lavorare su due ore effettive questa settimana e non su una sola portando avanti anche più di una trama secondaria lasciata in sospeso o aprendo la porta a nuove evoluzioni della trama.
Tolto il fattore novità poi l'intero crossover è riuscito a mettersi su un binario più coerente tirando fuori un singolo team up tra i due team e una storia unita, senza stacchi, come invece non era accaduta lo scorso anno aumentando, quindi, il senso di continuità dell'evento.
Certo il finale con Malcom non mi ha lasciato molto soddisfatto visto che è abbastanza misterioso ma è chiaro come a beneficiarne sia la serie di prossima uscita più che altro.
Ancora una volta Arrow e Flash, insieme, hanno dato il meglio di sè unendo i loro caratteri più peculiari, il viaggio nel tempo di Flash o la mitologia interna di Arrow, creando un evento che secondo me si meriterebbe non solo il piccolo ma anche il grande schermo.

Alla prossima!

#TheFlash
#Arrow
#LeggendsOfTomorrow
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted
#Flash

Fargo 2X08 Loplop - Recensione

                                                                                



Sarò io, sarà Fargo, sarà la stagione, temporale e della serie, ma davvero il mio interesse è pari a zero.
Ma non è solo l'interesse ad essere arrivato a zero ma è, giustamente e conseguentemente, anche la voglia stessa di scrivere queste recensioni.
Quindi che fare?
No perchè io l'impegno me lo sono preso e tanto ormai a Fargo mancano solo due puntate ma di che diamine devo parlare?
Del fatto che, come ho detto in ogni recensione, Fargo non è bello come un anno fa?
O del fatto che una situazione potenzialmente interessante diventa prima noiosa poi di nuovo interessante e poi ti accorgi che non porterà a nulla?
Forse tocca partire dall'inizio?
Vediamo: ci eravamo lasciati con i nostri due coniugi/assassini/non so cosa fare della mia cazzo di vita in fuga con il nostro caro vecchio Dodd nel bagagliaio dell'auto.
Perchè?
Non so.
Potresti fuggire, dar fuoco a casa e scappare o darti fuoco e basta ma no decidi di prendertelo, portarlo via e usarlo per ricattare non una ma due gang criminali.
Questa non è per niente una buona idea ma ok, prendiamola per buona, infondo è pure interessante peccato che il tutto, arrivati a fine puntata, non porti a nulla di concreto ma solo alla stessa situazione di due episodi fa.
Quindi, ripeto, non so se sono io, visto che a tutti piace, ma, davvero, continuo a non trovare un lato positivo di questa stagione.
Neanche uno.

Alla prossima!

#Fargo
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted

giovedì 3 dicembre 2015

Secret Wars 7 - Into the Badlands

                                                                             



È davvero difficile parlare male dell'ultimo numero di Secret Wars: la grande battaglia che ci aspettavamo e tanto fan service sono i protagonisti di questo numero così come volevamo tutti.
Hickman, infondo, anche se ci ha fatto aspettare un po', il sesto numero di Secret Wars è di Agosto, ci ha finalmente portato ciò che ci aveva promesso dal primo numero di questo grande evento quindi perchè parlarne male?
Perchè Secret Wars 7 è, a conti fatti, se lo si vuole vedere, il riflesso del crossover stesso nel suo complesso: tanti personaggi, tanta epicità, tanto fan service ma alcuni buchi logici e poche cose davvero concrete.
Quante volte mi sono lamentato per la mancanza della grande guerra che ci era stata promessa?
Quante volte ho detto che Secret Wars non era ciò che ci era stato promesso?
Ecco, questo numero finalmente mi da tutto quello che chiedevo peccato che lo faccia nella maniera sbagliata, senza un vero e proprio filo conduttore buttando qua e la personaggi e conflitti con un trascorso che chi non legge tutte le testate di Secret Wars non può sapere.
In un singolo numero tutto quello che c'era un fumetto fa è stato mandato a puttane, a caso e in un modo abbastanza grossolano lasciandoti si ad uno scontro vero e proprio, epico certamente ma, purtroppo, completamente insensato.

Alla prossima!

#SecretWars
#Marvel
#MarvelIt

lunedì 30 novembre 2015

Un Incazzoso Lunedì 62 - Hello/Ciaone

                                                                                    



Perchè?
Ora, per carità di Dio non sono io che devo dirvi cosa fare nel vostro tempo libero, io lo uso per scrivere in un blog che non legge nessuno, ma perchè?
Perchè è da una settimana che rompete i coglioni con sta storia di Adele?
Chi ha iniziato?
Qualcuno me lo dica perchè vorrei davvero sapere cosa fa durante la sua giornata e perchè ha dato inizio a sto casino anche se, magari, ora sta tentando il suicidio per tutta sta cosa.
Che poi io la canzone l'ho sentita e non mi sembra così triste, non meno di molte altre canzoni: è una vita che cantanti ricchi e famosi dedicano canzoni ai propri ex.
Laura Pausini vi ricorda qualcosa?
Ma anche la cazzo di Celine Dion stava sulla stessa linea.
Insomma non è niente di nuovo.
Esistono canzoni molto più tristi anche in Italia come quelle cantate da Nek o da Gigi D'Alessio.
Poi, spiegatemi, perchè ora abbondano i meme con Adele e qualcuno che le risponde al telefono?
Vi fa ridere?
Non lo capisco, davvero.
Non lo capisco anche perchè siamo passati dai post, ai meme, allo scrivere sul profilo di Adele stessa in uno pseudo italiano inglese che fa si molto ridere ma lei lo capirà?
No perchè nessuno l'ha insultata nei post di questi giorni ma lei ha risposto, spero sia lei, ieri credo, chiedendo di non essere insultata quindi boh.
Quanto durerà questa cosa?
Ripeto è pure divertente ma qualsiasi cosa, tirata per le lunghe, diventa fastidiosa.

Alla prossima!

#UnIncazzosoLunedì
#Adele
#Hello
#Ciaone

giovedì 26 novembre 2015

Trailer Reaction 5 - Civil War

                                                                                


Meraviglioso *__*.
Davvero qualcuno ha bisogno che dica altro?
C'è non credo si possa pensare altro guardando questo semplice, breve ma intenso e incisivo trailer.
So che magari qualcuno avrebbe voluto un'analisi più accurata e critica ma non sembra proprio che ci sia qualcosa che non vada e quindi l'unica cosa che posso fare è condividere con voi il mio entusiasmo per un film che, a meno di grossi problemi e capovolgimenti, dovrebbe essere il migliore dell'universo Marvel.
L'unica cosa che, a conti fatti, nel trailer non mi sembra molto chiara è la natura del contendere: da quanto si vede Steve e Tony litigano per la vita, probabilmente per la libertà, di Bucky mentre non si fa riferimento a quel fascicolo che viene passato a Steve e che ha come titolo Accordo di Sokovia.
Stando alle parole dei registi e sceneggiatori, i fratelli Russo, l' Accordo di Sokovia è l' Atto di registrazione del mondo cinematografico Marvel ma chi ci dice che, come succede di solito, non sia esattamente la stessa cosa che c'è nei fumetti?
Se si trattasse solo di mettere sotto il controllo del governo tutti i super umani come si ipotizza, sempre, nei film degli X Men?
Possibile che questa sia la materia del contendere e che, di mezzo, ci sia anche Bucky?
Vediamo un po' cosa accadrà intanto ricordatevi sempre questo scambio di battute: 

- " Mi dispiace Tony, non mi hai lasciato scelta: lui è mio amico ".
- " Lo ero anche io ".

Alla prossima!

#CivilWar
#Marvel
#TrailerReaction

Fargo 2X07 Did you do this? No, you did it - Recensione

                                                                                      




Finalmente.
Finalmente dopo sei puntate piene di dialoghi, di Ufo, si c'è stato anche questo, di citazioni filosofiche a caso, di scelte discutibili e di promesse non mantenute Fargo mostra la sua vera faccia, il vero massacro di Siux Falls e lo fa nel migliore dei modi, col suo vero marchio di fabbrica: una regia e un accompagnamento musicale meravigliosi e sempre particolari.
Durante le ultime puntate la sfida tra le due gang criminali della serie si era solo fatta sentire per nome, non c'era stato davvero qualcosa di vicino a quello che ci era stato promesso: tutta la serie aveva e viveva solo di una certa atmosfera e, di conseguenza, di promesse non mantenute.
L'ultimo episodio però è riuscito a risollevare, in parte, le sorti della serie portando finalmente il confronto su strada, rendendo alcuni personaggi più rilevanti e portando ad alcune scelte audaci e, a conti fatti, impossibili da immaginare.
Parlo di un successo e di una ripresa solo in parte principalmente perchè alcune uscite di scena non me le spiego così come non capisco alcuni comportamenti o il dare spazio a determinate cose che, francamente, non credo porteranno a nulla e continuo a sottolineare che non capisco sti cazzo di Ufo che si vedono quasi in ogni episodio ma vabbè.
C'è da riconoscere però, lo dico di nuovo, che Fargo piano piano, dandoci ciò che inizialmente aveva promesso, sta tornando ai livelli di prima anche se mancano due o tre figure principali così come c'erano nella scorsa stagione: nessuno dei protagonisti di questa annata, tranne Lou se gli dessero il giusto spazio, è al livello delle grandi figure della scorsa stagione e questo, secondo me, abbassa molto il livello del prodotto.
Fargo riuscirà a tirarsi su quando manca davvero poco al finale di stagione?
Punteranno finalmente sui personaggi e sulla violenza splatter o si perderanno ancora?
Ai posteri e a queste recensioni l'ardua sentenza.

Alla prossima!

#Fargo
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted

martedì 24 novembre 2015

How to get away with murder 2X09 What did we do? - Recensione

                                                                           


Se qualche settimana fa HTGAWM ci aveva regalato una serie di colpi di scena uno dopo l'altro, senza farci tirare minimamente il fiato, lasciandoci perplessi anche questa settimana uno degli show più famosi dela scorsa stagione decide di spingere sull'acceleratore stavolta però lo fa solo per esigenze di trama.
HTGAWM infatti, arriva al mid season finale con un buon numero di domande senza risposta che però ci sono arrivate così, di botto e a caso, tutte insieme senza che prima ci fosse una qualsiasi avvisaglia: il sapiente lavoro di distruzione dell'Annalise Team, iniziato qualche settimana fa, negli ultimi due episodi si è frettolosamente esaurito facendo tornare tutto il team unito, di malavoglia certo ma sempre unito.
Con un team più forte l'unico grosso segnale, della catastrofe, era la pistola, trovata a casa di Caterhine e di Caleb, che però viene subito accantonata, insieme a tutto il resto del caso, solo per coprire un bordello, perchè si tratta proprio di quello, con un piano non folle, molto di più.
In un mid season finale che supera, in tutti i sensi, quello della prima stagione, tutte le carte, mi sembra proprio tutte, di questi due anni che non erano state scoperte si rivelano, finalmente, in un modo o nell'altro.
In poche scene il gruppo si riunisce definitivamente, Bonnie e Asher tornano nei ranghi e sono probabilmente i migliori dell'episodio, peccato che poi altri problemi e altre domande si fanno avanti prima, durante e dopo la realizzazione del piano complicando, per l'ennesima volta, uno show che forse, per tornare ai fasti di un tempo, dovrebbe semplificarsi.

Alla prossima!

#HTGAWM
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted

lunedì 23 novembre 2015

Un Incazzoso Lunedì 61 - Stiamo lavorando per voi




Avete presente quando vorreste prendere a pugni un muro senza un motivo ben preciso?
Quando non riuscite a dormire ma non sapete perchè?
Quando qualsiasi cosa vi provoca fastidio?
Ecco, tutto questo, che le donne possono catalogare come ciclo, a me capita più volte al mese, quindi donne sono meglio io, e mi rende impossibile fare qualsiasi cosa.
Quindi ringraziati per questo post.
Ringraziatemi perchè cercherò di farvi ridere.
Ringraziatemi perchè sono meglio di voi B).




È chiaro, semplicemente, che oggi è stata una brutta giornata e che non mi va di scrivere nulla.
Perchè?
Nessun vero motivo, come vi ho detto ho il ciclo.


Alla prossima!

domenica 22 novembre 2015

The Doctor Corner 6 - Clara, my Clara




Goodbye Clara, my Clara i always remember you.


Clara Oswald è morta ed il Dottore ha, definitivamente, perso una delle sue companion più care.
Durante l'ultimo episodio infatti, Face the Raven, la ragazza è morta in azione salvando la vita di un vecchio volto della serie, Rigsy, per colpa di un piano ordito dalla giovane Maisie, tornata anche lei dopo le scorse comparse, non prima però di far promettere al Dottore che non sarebbe ricorso alla vendetta.
Se, per me, la scena del " sacrificio " non è stata all'altezza del personaggio, anche perchè non abbiamo potuto vedere la reazione integrale del Dottore per esigenze di trama, credo sia giusto riconoscere come ormai fosse arrivato il suo momento: quando un companion diventa completamente autonomo la dicotomia umano/alieno viene meno e manca qualcosa allo show.
Ora, chiariamo il rapporto tra Clara e Capaldi, che nell'ultima stagione era solo così, non era un brutto rapporto anzi era, probabilmente, il miglior rapporto di tutto il nuovo Who ma ormai Clara stessa non aveva più bisogno del Dottore e il Dottore stesso aveva bisogno della ragazza solo perchè si era affezionata a lei: lo scambio umanità e realtà per meraviglie e cinismo era venuto meno.
Se, come ho detto, la morte della ragazza non è stata il massimo per epicità ma ha avuto un forte impatto sentimentale, quantomeno è avvenuta in una delle migliori stagione della serie a dispetto dell'ottava stagione che è stata un vero sfacelo e avrà sicuramente fatto felice la parte della fan base che non vedeva di buon occhio la dolce Jenna.
Infatti se non dal suo debutto ma dal finale della settima stagione una parte del pubblico ha iniziato ad odiarla principalmente perchè la stessa Clara stava iniziando ad entrare prepotentemente nella mitologia della serie diventando fondamentale per la nascita e per la definizione del Dottore.
Questo, insieme all'ottava in cui era quasi più protagonista dello stesso Dottore, sono stati i chiodi sulla tomba della ragazza che però è sempre stata cara ad una parte dei fan perchè è riuscita a risollevare il Dottore dopo la scomparsa dei Pond.
Oltre a questo la stessa Jenna è stata in grado di imprimere in un unico personaggio più sfaccettature anche in virtù della particolarità di Clara: quella di aver vissuto più di una vita e di essere stata più di una persona.
I meriti più grandi però li ha l'ultima incarnazione della ragazza vicina a Smith e molto più vicina al Dottore di Capaldi in grado di risollevare continuamente l'alieno più saggio di questo universo e di diventare, piano piano, molto cara a Twelve.
Addio Clara, grazie di aver convinto il Dottore a salvare Gallifrey, di aver ispirato il Dottore da ragazzino e di averlo salvato più di una volta accompagnandolo e dandogli speranza.
Addio Clara ti ho voluto bene.

Clara, my Clara.

#Clara
#DoctorWho
#FaceTheRaven
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted

Netflix Pick 1 - Jessica Jones




Tocca a Jessica Jones, serie con protagonista omonima, uscita ieri dare il via alla nuova rubrica del blog dove parleremo solo delle serie presenti su Netflix Italia: Netflix Pick
Jessica Jones è il seguito, ideale e temporale, di Daredevil, serie sempre prodotta da Netflix come Jessica Jones, che non solo è stato un vero successo ma ha anche innalzato il livello per tutte le produzioni di questo genere con protagonisti supereroi.
Jessica è protagonista di 13 episodi che sono: il seguito temporale di Daredevil, perchè la sua storia è successiva a tutto ciò che abbiamo visto nella serie del diavolo rosso e il suo seguito ideale perchè viene preso come protagonista un personaggio minore dell'universo Marvel e gli viene costruito intorno un universo vivo e concreto.
Anche se successive e nello stesso universo Jessica Jones e Daredevil hanno un registro e uno stile completamente diverso: se Daredevil era una serie prevalentemente d'azione che aveva negli scontri fisici il suo punto di forza Jessica Jones è un noir a tutti gli effetti con tanto di voce narrante e ritmi lenti che ha nei personaggi il suo punto di forza.
Proprio questi e i loro rapporti sono la chiave della serie intera: Jessica con il suo senso di colpa e il suo distacco, Tennant, Kilgraven con la sua ossessione, Trish con la sua forza e Luke con il suo dolore.
Ognuno di loro, più i comprimari secondari ma non meno importanti anche se alcuni avevano bisogno di una caratterizzazione più forte, dopo esserci stati presentati nel primo e nel secondo episodio, vero e proprio incipit della serie, si muovono da soli, organicamente e senza problemi: nessun passaggio forzato o funzionale alla trama tutto naturale.
Jessica e Kilgraven sono chiaramente i migliori: i loro scontri e i loro monologhi come le interazioni con tutti gli altri e le loro interpretazioni sono, senza dubbio, le cose migliori dell'intera produzione.
Se questi però sono i punti forti di Jessica Jones è giusto dire che, a mio modo di vedere, a differenza di Devil questa non è perfetta e non per un singolo motivo.
In primis non c'è una vera e propria trama ma è il rapporto e lo scontro tra Tennant e la Jones a portare avanti tutto con dei ritmi da film noir quindi molto lenti e introspettivi che prolungati per troppo, come succede, non renderanno felici la maggior parte degli spettatori.
Se Jessica è la protagonista ed è, come abbiamo detto, uno dei punti forti dello show allo stesso tempo è, inizialmente, difficile affezionarsi a lei e capire la sua situazione visto che solo più avanti ci verranno mostrati dei flashback sul suo passato differentemente da ciò che accadeva in Daredevil con Matt.
Tennant invece, che dovrebbe essere il cattivo della vicenda, inizialmente riesce a fare il suo dovere, il suo debutto in scena è fantastico, ma andando sempre più avanti e mostrando la sua " ossessione " per Jessica non solo con le parole ma concretamente, mostrandole anche determinati video, subisce il percorso inverso e lo spettatore, in parte, finisce per empatizzare con lui o sii impietosisce anche se poi i suoi comportamenti ti fanno subito cambiare idea.
Jessica Jones quindi non è una serie perfetta questo no, non è al livello di Devil ma è comunque un gran bel vedere e il finale della vicenda, sorprendentemente, è molto più incisivo di quello del diavolo rosso e apre a nuovi scenari per il futuro di tutto questo piccolo universo.
In definitiva forse non è un appuntamento imperdibile ma è comunque qualcosa da vedere.
Alla prossima!
#JessicaJones
#Daredevil
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted

mercoledì 18 novembre 2015

Fargo 2X06 Rhinoceros - Recensione

                                                                                 



Bentornati ad una nuova recensione di Fargo!
Sempre col solito ritardo di un giorno, colpa dei traduttori, e noiosa come al solito.
Ho detto per caso noiosa?
Si, esatto.
Il vero problema delle serie antologiche, AHS ne è una prova, è cambiare tutto ciò che è stato fatto nella stagione precedente rimanendo sempre sugli stessi meravigliosi binari senza sbagliare strada e scrivere una stagione completamente sotto tono rispetto alla prima.
Se AHS è riuscita ad evitare questo problema per due stagione, cadendo miseramente nella terza e nella quarta, Fargo non riesce, almeno secondo me, a bissare il successo passato continuando a prometterci qualcosa di sconvolgente senza mai realizzarlo: quanti grandi momenti ricordate di questa stagione?
La scena del dinner nel pilot, sicuramente, il confronto tra Lou e i vari villan ma poi?
Cosa rimane davvero di questa stagione arrivata al primo episodio?
È davvero solo questo il massacro di Siux Falls di cui tanto si parlava nella prima stagione?
Quanti grandi momenti, invece, ricordate della prima stagione?
Quante volte Malvo o Martin Freeman sono riusciti a sbalordirci?
Di tutto ciò non rimane nulla e il primo vero episodio, dove si pensava avremmo visto la guerra tra bande intrare nel vivo, si riduce ad un semplice, insignificante e inconcludente assedio ad una stazione di polizia o alla fuga, nello stile della serie ma molto inutile, di Kristen Dunst dai cattivi.
È tutto ciò che hai da darci Fargo?
Davvero?
No perchè conosco, storie vere, molto più interessanti.
Alla prossima!
#Fargo
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted

Flash 2X07 Gorilla Warfare - Recensione

                                                                                  



Scusate il ritardo ma sono riuscito a vedere solo ora la puntata e quindi adesso mi metto a recensirla.
Fatemi i complimenti però: sono riuscito a rimanere nella scadenza della giornata.
Comunque basta parlare di cose a caso, è la seconda volta che scrivo questa recensione, la prima si è autocancellata, e iniziamo a parlare della nuova puntata di Flash.
Durante l'ultimo episodio, Zoom ha sconfitto brutalmente Flash umiliandolo davanti a tutta la città e creandogli seri problemi di movimento costringendolo, solo in questo episodio, su una sedia a rotelle.
Barry, incapace di aiutare i suoi amici e ferito nell'orgoglio, non riesce a riprendersi dal confronto con il main villan della stagione e, giusto per rendere più facili le cose, Grood si rifà vivo in città.
Mentre il Team Flash cerca di trovare un modo per guarire Barry, Grood ipnotizza vari scienziati per procurarsi una serie di composti chimici che affida poi ad una Caitlin sotto il suo controllo affinché questa crei una serie di gorilla uguali a lui.
Cisco e Barry, insieme a Wells, riescono a trovare il gorilla e decidono di farsi aiutare dal dottore proveniente da Terra 2 per salvare la ragazza: Grood vedeva il vecchio Wells come suo padre quindi, si fiderà senza problemi del suo doppio.
Il piano non riesce perfettamente, Caitlin riesce si a scappare ma Grood è ancora libero e sarà un'azione congiunta di Barry, rincuorato da suo padre, e di Wells a sconfiggere il gorilla super intelligente: Flash, ritrovata la forza della velocità spingerà il Grood in una breccia scelta da Wells che porterà l'animale in un paese in mano ad animali simili a lui bandenolo dal suo mondo ma non uccidendolo facendo, così, la felicità di Caitlin.
Flash continua la sua corsa e lo fa senza mancare un colpo.
Appuntamento tra due settimane quando, Giovedì, recensirò il crossover tra Flash, Arrow e Leggends Of Tomorrow.
Alla prossima!
#The Flash
#Arrow
#LeggendsOfTomorrow
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted

lunedì 16 novembre 2015

Un Incazzoso Lunedi 60 - Basterebbe pensare

Siamo al sessantesimo Lunedì e nessuno di noi è allegro, sarebbe bello poter parlare di altro ma credo sia impossibile no?
Potrei benissimo parlare di quello che è successo ma non ci sono parole.
Potrei benissimo parlare della reazione francese di oggi ma non ci sono parole.
Quello che voglio dire è che, semplicemente, basterebbe pensare: