lunedì 30 novembre 2015

Un Incazzoso Lunedì 62 - Hello/Ciaone

                                                                                    



Perchè?
Ora, per carità di Dio non sono io che devo dirvi cosa fare nel vostro tempo libero, io lo uso per scrivere in un blog che non legge nessuno, ma perchè?
Perchè è da una settimana che rompete i coglioni con sta storia di Adele?
Chi ha iniziato?
Qualcuno me lo dica perchè vorrei davvero sapere cosa fa durante la sua giornata e perchè ha dato inizio a sto casino anche se, magari, ora sta tentando il suicidio per tutta sta cosa.
Che poi io la canzone l'ho sentita e non mi sembra così triste, non meno di molte altre canzoni: è una vita che cantanti ricchi e famosi dedicano canzoni ai propri ex.
Laura Pausini vi ricorda qualcosa?
Ma anche la cazzo di Celine Dion stava sulla stessa linea.
Insomma non è niente di nuovo.
Esistono canzoni molto più tristi anche in Italia come quelle cantate da Nek o da Gigi D'Alessio.
Poi, spiegatemi, perchè ora abbondano i meme con Adele e qualcuno che le risponde al telefono?
Vi fa ridere?
Non lo capisco, davvero.
Non lo capisco anche perchè siamo passati dai post, ai meme, allo scrivere sul profilo di Adele stessa in uno pseudo italiano inglese che fa si molto ridere ma lei lo capirà?
No perchè nessuno l'ha insultata nei post di questi giorni ma lei ha risposto, spero sia lei, ieri credo, chiedendo di non essere insultata quindi boh.
Quanto durerà questa cosa?
Ripeto è pure divertente ma qualsiasi cosa, tirata per le lunghe, diventa fastidiosa.

Alla prossima!

#UnIncazzosoLunedì
#Adele
#Hello
#Ciaone

giovedì 26 novembre 2015

Trailer Reaction 5 - Civil War

                                                                                


Meraviglioso *__*.
Davvero qualcuno ha bisogno che dica altro?
C'è non credo si possa pensare altro guardando questo semplice, breve ma intenso e incisivo trailer.
So che magari qualcuno avrebbe voluto un'analisi più accurata e critica ma non sembra proprio che ci sia qualcosa che non vada e quindi l'unica cosa che posso fare è condividere con voi il mio entusiasmo per un film che, a meno di grossi problemi e capovolgimenti, dovrebbe essere il migliore dell'universo Marvel.
L'unica cosa che, a conti fatti, nel trailer non mi sembra molto chiara è la natura del contendere: da quanto si vede Steve e Tony litigano per la vita, probabilmente per la libertà, di Bucky mentre non si fa riferimento a quel fascicolo che viene passato a Steve e che ha come titolo Accordo di Sokovia.
Stando alle parole dei registi e sceneggiatori, i fratelli Russo, l' Accordo di Sokovia è l' Atto di registrazione del mondo cinematografico Marvel ma chi ci dice che, come succede di solito, non sia esattamente la stessa cosa che c'è nei fumetti?
Se si trattasse solo di mettere sotto il controllo del governo tutti i super umani come si ipotizza, sempre, nei film degli X Men?
Possibile che questa sia la materia del contendere e che, di mezzo, ci sia anche Bucky?
Vediamo un po' cosa accadrà intanto ricordatevi sempre questo scambio di battute: 

- " Mi dispiace Tony, non mi hai lasciato scelta: lui è mio amico ".
- " Lo ero anche io ".

Alla prossima!

#CivilWar
#Marvel
#TrailerReaction

Fargo 2X07 Did you do this? No, you did it - Recensione

                                                                                      




Finalmente.
Finalmente dopo sei puntate piene di dialoghi, di Ufo, si c'è stato anche questo, di citazioni filosofiche a caso, di scelte discutibili e di promesse non mantenute Fargo mostra la sua vera faccia, il vero massacro di Siux Falls e lo fa nel migliore dei modi, col suo vero marchio di fabbrica: una regia e un accompagnamento musicale meravigliosi e sempre particolari.
Durante le ultime puntate la sfida tra le due gang criminali della serie si era solo fatta sentire per nome, non c'era stato davvero qualcosa di vicino a quello che ci era stato promesso: tutta la serie aveva e viveva solo di una certa atmosfera e, di conseguenza, di promesse non mantenute.
L'ultimo episodio però è riuscito a risollevare, in parte, le sorti della serie portando finalmente il confronto su strada, rendendo alcuni personaggi più rilevanti e portando ad alcune scelte audaci e, a conti fatti, impossibili da immaginare.
Parlo di un successo e di una ripresa solo in parte principalmente perchè alcune uscite di scena non me le spiego così come non capisco alcuni comportamenti o il dare spazio a determinate cose che, francamente, non credo porteranno a nulla e continuo a sottolineare che non capisco sti cazzo di Ufo che si vedono quasi in ogni episodio ma vabbè.
C'è da riconoscere però, lo dico di nuovo, che Fargo piano piano, dandoci ciò che inizialmente aveva promesso, sta tornando ai livelli di prima anche se mancano due o tre figure principali così come c'erano nella scorsa stagione: nessuno dei protagonisti di questa annata, tranne Lou se gli dessero il giusto spazio, è al livello delle grandi figure della scorsa stagione e questo, secondo me, abbassa molto il livello del prodotto.
Fargo riuscirà a tirarsi su quando manca davvero poco al finale di stagione?
Punteranno finalmente sui personaggi e sulla violenza splatter o si perderanno ancora?
Ai posteri e a queste recensioni l'ardua sentenza.

Alla prossima!

#Fargo
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted

martedì 24 novembre 2015

How to get away with murder 2X09 What did we do? - Recensione

                                                                           


Se qualche settimana fa HTGAWM ci aveva regalato una serie di colpi di scena uno dopo l'altro, senza farci tirare minimamente il fiato, lasciandoci perplessi anche questa settimana uno degli show più famosi dela scorsa stagione decide di spingere sull'acceleratore stavolta però lo fa solo per esigenze di trama.
HTGAWM infatti, arriva al mid season finale con un buon numero di domande senza risposta che però ci sono arrivate così, di botto e a caso, tutte insieme senza che prima ci fosse una qualsiasi avvisaglia: il sapiente lavoro di distruzione dell'Annalise Team, iniziato qualche settimana fa, negli ultimi due episodi si è frettolosamente esaurito facendo tornare tutto il team unito, di malavoglia certo ma sempre unito.
Con un team più forte l'unico grosso segnale, della catastrofe, era la pistola, trovata a casa di Caterhine e di Caleb, che però viene subito accantonata, insieme a tutto il resto del caso, solo per coprire un bordello, perchè si tratta proprio di quello, con un piano non folle, molto di più.
In un mid season finale che supera, in tutti i sensi, quello della prima stagione, tutte le carte, mi sembra proprio tutte, di questi due anni che non erano state scoperte si rivelano, finalmente, in un modo o nell'altro.
In poche scene il gruppo si riunisce definitivamente, Bonnie e Asher tornano nei ranghi e sono probabilmente i migliori dell'episodio, peccato che poi altri problemi e altre domande si fanno avanti prima, durante e dopo la realizzazione del piano complicando, per l'ennesima volta, uno show che forse, per tornare ai fasti di un tempo, dovrebbe semplificarsi.

Alla prossima!

#HTGAWM
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted

lunedì 23 novembre 2015

Un Incazzoso Lunedì 61 - Stiamo lavorando per voi




Avete presente quando vorreste prendere a pugni un muro senza un motivo ben preciso?
Quando non riuscite a dormire ma non sapete perchè?
Quando qualsiasi cosa vi provoca fastidio?
Ecco, tutto questo, che le donne possono catalogare come ciclo, a me capita più volte al mese, quindi donne sono meglio io, e mi rende impossibile fare qualsiasi cosa.
Quindi ringraziati per questo post.
Ringraziatemi perchè cercherò di farvi ridere.
Ringraziatemi perchè sono meglio di voi B).




È chiaro, semplicemente, che oggi è stata una brutta giornata e che non mi va di scrivere nulla.
Perchè?
Nessun vero motivo, come vi ho detto ho il ciclo.


Alla prossima!

domenica 22 novembre 2015

The Doctor Corner 6 - Clara, my Clara




Goodbye Clara, my Clara i always remember you.


Clara Oswald è morta ed il Dottore ha, definitivamente, perso una delle sue companion più care.
Durante l'ultimo episodio infatti, Face the Raven, la ragazza è morta in azione salvando la vita di un vecchio volto della serie, Rigsy, per colpa di un piano ordito dalla giovane Maisie, tornata anche lei dopo le scorse comparse, non prima però di far promettere al Dottore che non sarebbe ricorso alla vendetta.
Se, per me, la scena del " sacrificio " non è stata all'altezza del personaggio, anche perchè non abbiamo potuto vedere la reazione integrale del Dottore per esigenze di trama, credo sia giusto riconoscere come ormai fosse arrivato il suo momento: quando un companion diventa completamente autonomo la dicotomia umano/alieno viene meno e manca qualcosa allo show.
Ora, chiariamo il rapporto tra Clara e Capaldi, che nell'ultima stagione era solo così, non era un brutto rapporto anzi era, probabilmente, il miglior rapporto di tutto il nuovo Who ma ormai Clara stessa non aveva più bisogno del Dottore e il Dottore stesso aveva bisogno della ragazza solo perchè si era affezionata a lei: lo scambio umanità e realtà per meraviglie e cinismo era venuto meno.
Se, come ho detto, la morte della ragazza non è stata il massimo per epicità ma ha avuto un forte impatto sentimentale, quantomeno è avvenuta in una delle migliori stagione della serie a dispetto dell'ottava stagione che è stata un vero sfacelo e avrà sicuramente fatto felice la parte della fan base che non vedeva di buon occhio la dolce Jenna.
Infatti se non dal suo debutto ma dal finale della settima stagione una parte del pubblico ha iniziato ad odiarla principalmente perchè la stessa Clara stava iniziando ad entrare prepotentemente nella mitologia della serie diventando fondamentale per la nascita e per la definizione del Dottore.
Questo, insieme all'ottava in cui era quasi più protagonista dello stesso Dottore, sono stati i chiodi sulla tomba della ragazza che però è sempre stata cara ad una parte dei fan perchè è riuscita a risollevare il Dottore dopo la scomparsa dei Pond.
Oltre a questo la stessa Jenna è stata in grado di imprimere in un unico personaggio più sfaccettature anche in virtù della particolarità di Clara: quella di aver vissuto più di una vita e di essere stata più di una persona.
I meriti più grandi però li ha l'ultima incarnazione della ragazza vicina a Smith e molto più vicina al Dottore di Capaldi in grado di risollevare continuamente l'alieno più saggio di questo universo e di diventare, piano piano, molto cara a Twelve.
Addio Clara, grazie di aver convinto il Dottore a salvare Gallifrey, di aver ispirato il Dottore da ragazzino e di averlo salvato più di una volta accompagnandolo e dandogli speranza.
Addio Clara ti ho voluto bene.

Clara, my Clara.

#Clara
#DoctorWho
#FaceTheRaven
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted

Netflix Pick 1 - Jessica Jones




Tocca a Jessica Jones, serie con protagonista omonima, uscita ieri dare il via alla nuova rubrica del blog dove parleremo solo delle serie presenti su Netflix Italia: Netflix Pick
Jessica Jones è il seguito, ideale e temporale, di Daredevil, serie sempre prodotta da Netflix come Jessica Jones, che non solo è stato un vero successo ma ha anche innalzato il livello per tutte le produzioni di questo genere con protagonisti supereroi.
Jessica è protagonista di 13 episodi che sono: il seguito temporale di Daredevil, perchè la sua storia è successiva a tutto ciò che abbiamo visto nella serie del diavolo rosso e il suo seguito ideale perchè viene preso come protagonista un personaggio minore dell'universo Marvel e gli viene costruito intorno un universo vivo e concreto.
Anche se successive e nello stesso universo Jessica Jones e Daredevil hanno un registro e uno stile completamente diverso: se Daredevil era una serie prevalentemente d'azione che aveva negli scontri fisici il suo punto di forza Jessica Jones è un noir a tutti gli effetti con tanto di voce narrante e ritmi lenti che ha nei personaggi il suo punto di forza.
Proprio questi e i loro rapporti sono la chiave della serie intera: Jessica con il suo senso di colpa e il suo distacco, Tennant, Kilgraven con la sua ossessione, Trish con la sua forza e Luke con il suo dolore.
Ognuno di loro, più i comprimari secondari ma non meno importanti anche se alcuni avevano bisogno di una caratterizzazione più forte, dopo esserci stati presentati nel primo e nel secondo episodio, vero e proprio incipit della serie, si muovono da soli, organicamente e senza problemi: nessun passaggio forzato o funzionale alla trama tutto naturale.
Jessica e Kilgraven sono chiaramente i migliori: i loro scontri e i loro monologhi come le interazioni con tutti gli altri e le loro interpretazioni sono, senza dubbio, le cose migliori dell'intera produzione.
Se questi però sono i punti forti di Jessica Jones è giusto dire che, a mio modo di vedere, a differenza di Devil questa non è perfetta e non per un singolo motivo.
In primis non c'è una vera e propria trama ma è il rapporto e lo scontro tra Tennant e la Jones a portare avanti tutto con dei ritmi da film noir quindi molto lenti e introspettivi che prolungati per troppo, come succede, non renderanno felici la maggior parte degli spettatori.
Se Jessica è la protagonista ed è, come abbiamo detto, uno dei punti forti dello show allo stesso tempo è, inizialmente, difficile affezionarsi a lei e capire la sua situazione visto che solo più avanti ci verranno mostrati dei flashback sul suo passato differentemente da ciò che accadeva in Daredevil con Matt.
Tennant invece, che dovrebbe essere il cattivo della vicenda, inizialmente riesce a fare il suo dovere, il suo debutto in scena è fantastico, ma andando sempre più avanti e mostrando la sua " ossessione " per Jessica non solo con le parole ma concretamente, mostrandole anche determinati video, subisce il percorso inverso e lo spettatore, in parte, finisce per empatizzare con lui o sii impietosisce anche se poi i suoi comportamenti ti fanno subito cambiare idea.
Jessica Jones quindi non è una serie perfetta questo no, non è al livello di Devil ma è comunque un gran bel vedere e il finale della vicenda, sorprendentemente, è molto più incisivo di quello del diavolo rosso e apre a nuovi scenari per il futuro di tutto questo piccolo universo.
In definitiva forse non è un appuntamento imperdibile ma è comunque qualcosa da vedere.
Alla prossima!
#JessicaJones
#Daredevil
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted

mercoledì 18 novembre 2015

Fargo 2X06 Rhinoceros - Recensione

                                                                                 



Bentornati ad una nuova recensione di Fargo!
Sempre col solito ritardo di un giorno, colpa dei traduttori, e noiosa come al solito.
Ho detto per caso noiosa?
Si, esatto.
Il vero problema delle serie antologiche, AHS ne è una prova, è cambiare tutto ciò che è stato fatto nella stagione precedente rimanendo sempre sugli stessi meravigliosi binari senza sbagliare strada e scrivere una stagione completamente sotto tono rispetto alla prima.
Se AHS è riuscita ad evitare questo problema per due stagione, cadendo miseramente nella terza e nella quarta, Fargo non riesce, almeno secondo me, a bissare il successo passato continuando a prometterci qualcosa di sconvolgente senza mai realizzarlo: quanti grandi momenti ricordate di questa stagione?
La scena del dinner nel pilot, sicuramente, il confronto tra Lou e i vari villan ma poi?
Cosa rimane davvero di questa stagione arrivata al primo episodio?
È davvero solo questo il massacro di Siux Falls di cui tanto si parlava nella prima stagione?
Quanti grandi momenti, invece, ricordate della prima stagione?
Quante volte Malvo o Martin Freeman sono riusciti a sbalordirci?
Di tutto ciò non rimane nulla e il primo vero episodio, dove si pensava avremmo visto la guerra tra bande intrare nel vivo, si riduce ad un semplice, insignificante e inconcludente assedio ad una stazione di polizia o alla fuga, nello stile della serie ma molto inutile, di Kristen Dunst dai cattivi.
È tutto ciò che hai da darci Fargo?
Davvero?
No perchè conosco, storie vere, molto più interessanti.
Alla prossima!
#Fargo
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted

Flash 2X07 Gorilla Warfare - Recensione

                                                                                  



Scusate il ritardo ma sono riuscito a vedere solo ora la puntata e quindi adesso mi metto a recensirla.
Fatemi i complimenti però: sono riuscito a rimanere nella scadenza della giornata.
Comunque basta parlare di cose a caso, è la seconda volta che scrivo questa recensione, la prima si è autocancellata, e iniziamo a parlare della nuova puntata di Flash.
Durante l'ultimo episodio, Zoom ha sconfitto brutalmente Flash umiliandolo davanti a tutta la città e creandogli seri problemi di movimento costringendolo, solo in questo episodio, su una sedia a rotelle.
Barry, incapace di aiutare i suoi amici e ferito nell'orgoglio, non riesce a riprendersi dal confronto con il main villan della stagione e, giusto per rendere più facili le cose, Grood si rifà vivo in città.
Mentre il Team Flash cerca di trovare un modo per guarire Barry, Grood ipnotizza vari scienziati per procurarsi una serie di composti chimici che affida poi ad una Caitlin sotto il suo controllo affinché questa crei una serie di gorilla uguali a lui.
Cisco e Barry, insieme a Wells, riescono a trovare il gorilla e decidono di farsi aiutare dal dottore proveniente da Terra 2 per salvare la ragazza: Grood vedeva il vecchio Wells come suo padre quindi, si fiderà senza problemi del suo doppio.
Il piano non riesce perfettamente, Caitlin riesce si a scappare ma Grood è ancora libero e sarà un'azione congiunta di Barry, rincuorato da suo padre, e di Wells a sconfiggere il gorilla super intelligente: Flash, ritrovata la forza della velocità spingerà il Grood in una breccia scelta da Wells che porterà l'animale in un paese in mano ad animali simili a lui bandenolo dal suo mondo ma non uccidendolo facendo, così, la felicità di Caitlin.
Flash continua la sua corsa e lo fa senza mancare un colpo.
Appuntamento tra due settimane quando, Giovedì, recensirò il crossover tra Flash, Arrow e Leggends Of Tomorrow.
Alla prossima!
#The Flash
#Arrow
#LeggendsOfTomorrow
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted

lunedì 16 novembre 2015

Un Incazzoso Lunedi 60 - Basterebbe pensare

Siamo al sessantesimo Lunedì e nessuno di noi è allegro, sarebbe bello poter parlare di altro ma credo sia impossibile no?
Potrei benissimo parlare di quello che è successo ma non ci sono parole.
Potrei benissimo parlare della reazione francese di oggi ma non ci sono parole.
Quello che voglio dire è che, semplicemente, basterebbe pensare:

                                                                           

sabato 14 novembre 2015

How to Get Away with Murder 2X07 2X08 I Want you to die Hi,I m Philip - Recensione

                                                                            





Non so che dire.
Non so che dire se non: " Sono confuso ".
confusione sostantivo femminile
1. Riunione o distribuzione di più elementi in maniera errata o senza criterio; quindi: disordine, scompiglio, tumulto.
2. Turbamento, imbarazzo.
Come potete vedere, se si va sul vocabolario, i due significati che ci vengono proposti riescono, egregiamente, a spiegare i due sentimenti successivi alla visione degli ultimi due episodi di HTGAWM: scompiglio e turbamento.
Scompiglio perchè tutte le carte messe in campo fino al settimo episodio vengono distrutte o disordinate nell'ottavo episodio.
Turbamento perchè il prossimo episodio sarà il mid season finale e nel loro continuo cambiare le carte in tavola gli sceneggiatori hanno reso, almeno al momento, la sorpresa finale una sorpresa abbastanza scontata: si Bonnie, dico a te.
Ora, è chiaro che non sarà così perchè col cazzo che me la fanno così semplice ma, allo stesso tempo, ho molta meno voglia di vedere il prossimo episodio di quanta ne avessi due settimane fa.
Se vogliamo, invece, valutare gli ultimi due episodi senza pensare al twist del mid season, cosa abbastanza impossibile, ci troviamo davanti a una doppietta anonima e ripetitiva come anonima e ripetitiva è tutta questa seconda stagione: Nate, Connor, Asher, i due gemelli nulla cambia o si evolve, tutto resta uguale e neanche l'ultima sorpresa, per come è arrivata e per quella che è, sembra avere un vero e proprio senso e rischia di danneggiare il personaggio in questione piuttosto che dare una nuova svolta alla vicenda.
Forse la pausa invernale è arrivata al momento giusto per HTGAWM: magari il Natale porterà una seconda metà di stagione migliore.
Alla prossima!
#HTGAWM
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted

giovedì 12 novembre 2015

Flash 2X05 2X06 The Darkness and the Light Enter Zoom - Recensione

                                                                               



Vorrei dirvi che questi due episodi sono ugualmente importanti ma mentire, vorrei potervi dire che la storia tra Patty e Barry è stata la cosa migliore di queste due puntate ma non sarebbe vero perchè  l'arrivo del Dr. Light, nel quinto episodio, e, a conti fatti, queste due ultime puntate, sono solo un enorme preparazione allo scontro tra Barry e Zoom nei minuti finali del sesto episodio.
Mentre il Dr. Light, doppione di Linda proveniente da Terra 2, si prende i riflettori della scena nell'episodio di una settimana fa mostrandosi come un personaggio abbastanza irrilevante ma la sua presenza è essenziale per dare il via al successivo confronto e alla puntata seguente vera e propria: in sostanza il quinto episodio è solo un enorme prologo per un qualcosa di più grande.
Zoom, a conti fatti, è il cattivo più convincente che fino a questo momento ci è stato presentato e riesce a rimanerti impresso dopo poche battute e scene: ne Oliver ne Barry hanno affrontato qualcosa di così tremendo.
Almeno a mio modo di vedere la presenza del nuovo main villan stagionale schiaccia completamente tutto quello che è successo durante i due episodi in questione.
Non posso però non ricordare l'arrivo del Dottor Wells di Terra 2 su Terra 1 e del suo successivo incontro/scontro con il Team Flash al completo e Jay Garrick che decide di scappare non volendo reincontrare Zoom.
Nel mentre Barry e Patty, finalmente, escono insieme e decidono di iniziare a frequentarsi ufficialmente diventano una coppia e la cosa non può che far bene al velocista scarlatto.
Vorrei anche segnalarvi la presenza di uno dei personaggi presenti in Leggends Of Tomorrow a Central City.

Alla prossima!

#TheFlash
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted

mercoledì 11 novembre 2015

Fargo 2X04 2X05 Fear and Trembling  The Gift of the Magi - Recensione

                                                                               


 Ed eccomi qui, dopo una settimana di pausa, scusate ma sono stato molto impegnato, a dire la mia sulle ultime due puntate di Fargo.
" Quello che vedrete è tratto da una storia vera ".
Questa è la citazione che apre ogni singolo episodio di questa serie, sin dalla prima stagione, peccato che nel quarto episodio non abbia visto nulla di reale ma solo un modo forzato di portare avanti una trama che aveva bisogno di una svolta.
Nel quarto episodio, infatti, la trama raggiunge un punto di non ritorno non solo grazie al meeting tra le due fazioni criminali ma, soprattutto, grazie alla scoperta, principalmente dell'indiano e poi di Lou, dell'identità degli assassini di Rey avvenuto nel primo episodio.
Il problema principale non è la scoperta, passo necessario per mandare avanti la trama, ma il modo in cui l'indiano, protagonista dell'episodio, riesce ad arrivarci superando in astuzia e bravura tutta la polizia della città e seguendo una pista inedita grazie ad alcuni indizi completamente ignorati o non visti, sin dall'inizio, dai buoni della storia.
Proprio questa ricerca fulminea, che si conclude con un successo, mi ha stranito, principalmente perchè in 4 puntate nessuno era riuscito ad arrivarci in così poco tempo avendo però tutte le prove davanti agli occhi.
La scoperta finale del quarto episodio, insieme al meeting delle due organizzazioni, ci porta direttamente all'inizio del quinto episodio che, dall'inizio alla fine, mostra il vero punto forte di Fargo: la violenza.
L' agguato ad inizio episodio e l'aggressione nel finale sono i punti più riusciti dell'episodio e della stagione stessa così come la scena della caffetteria era il punto forte del primo episodio.
La violenza senza molti fronzoli

lunedì 9 novembre 2015

Un Incazzoso Lunedì 59 - The war for the Doctor

Ci sono argomenti che, quando vengono trattati, risultano banali, noiosi e tremendamente retorici principalmente perchè sono stati trattati duemila volte, da duemila persone diverse e, ad un certo punto, risulta difficile dire qualcosa di nuovo.
Doctor Who, serie televisiva che se non state guardando dovete subito iniziare a guardare, riesce a dire qualcosa di nuovo su qualsiasi cosa e, questa volta, parliamo della guerra.
Le parole che sentirete sono del dodicesimo Dottore interpretato da Peter Capaldi che fa un lavoro eccezionale.

" Because it's not a game, Kate.
This is a scale model of war.
Every war ever fought, right there in front of you.
Because it's always the same.
When you fire that first shot, no matter how right you feel, you have no idea who's going to die!
You don't know whose children are going to scream and burn!
How many hearts will be broken!
How many lives shattered!
How much blood will spill until everybody does until what they were always going to have to do from the very beginning—sit down and talk! "

L'intero monologo finisce nella foto che ho deciso di usare come copertina quindi, non dimenticate di leggerla...
ah già Blogger e Google hanno deciso di non funzionare.
Che Dio mi aiuti.

Alla prossima!

#DoctorWho
#UnIncazzosoLunedì

domenica 1 novembre 2015

Speciale Halloween - Piccoli Brividi

Buon Halloween!
O meglio, visto che oggi è l'uno, buon ogni santi.
Sinceramente, non pensavo che avrei fatto uno speciale di Halloween quest anno però è da un po' che non scrivo qualcosa, oltre alle normali recensioni settimanali, quindi eccoci qui: Goosebumps o, in Italia, Piccoli Brividi.
74 episodi divisi in quattro serie tratte da più di una collana di libri che ancora oggi hanno successo.
Libri nati negli anni novanta e che, di recente, hanno anche ispirato un film di prossima uscita nelle sale.
Se, purtroppo, non ho mai letto nessuno dei libri, perchè da bambino avevo troppa paura, ma erano in tutta casa, con mio fratello ho guardato a ripetizione tutti gli episodi di Piccoli Brividi che mi trovavo davanti agli occhi e, di recente, sono riuscito a trovare un sito dove sono presenti tutti e 74 gli episodi e le trascrizioni dei vari libri: http://www.piccolibrividi.it/.
So che, come i libri, gli episodi non sono per niente spaventosi eppure avevano quel non so che di strano, di particolare e anche, se si può dire, di angosciante che riuscivano a tenerti interessato e in qualche modo attaccato alla sedia: i finali a sorpresa che rivoltavano tutto o cattivi e storie così strane da rimanere impresse nella memoria erano all'ordine del giorno.
In sostanza i Piccoli Brividi non erano famosi perchè facevano paura ma perchè mostravano un mondo lontano e vicino dal nostro, normale a prima vista ma, dentro, completamente fottuto come dissw Yotobi in un video passato proprio su Piccoli Brividi.
Credetemi, se non li avete mai visti,  vi siete persi un grande pezzo di televisione.

Alla prossima!

#PiccoliBrividi
#SerialUpdate
#TelefilmAddicted