giovedì 30 novembre 2017

Justice League - Eroi spiritosi ma senz'anima




"Justice League" non mi è piaciuto e mi ha annoiato.

Come ho già detto qui, io non credo che la colpa di questo fallimento, questa volta solo monetario e non propriamente di critica, sia colpa del co - regista, tocca sottoscriverlo, Zack Snyder tuttavia questo non salva minimamente una pellicola che, se non brutta, ho, quantomeno, trovato vuota.

Si, esatto, vuota.

Se Snyder aveva per il suo universo un certo tipo di messaggio e una visione qui questa visione manca completamente rendendo un film già carente dal punto di vista della scrittura un vero e proprio nulla cosmico in cui la felicità nel vedere alcuni dei tuoi eroi preferiti sullo schermo può forse salvare il film.
Sempre che tu non ti renda conto che poi, bene o male, solo Wonder Woman e Superman fanno bella figura ma vabbè.

Questo perché "Justice League" è un film fatto in fretta e furia, con migliaia di problemi dietro le quinte e una serie di idiozie fatte proprio per uno di questi due motivi, i baffi di Superman sono un esempio lampante della cosa.
Non c'è il minimo terrore per il villan, non c'è il minimo dubbio che Superman ritornerà che di per sè non è una brutta cosa il fatto è che non c'è spazio per altro.
Non c'è spazio neanche per una vera e propria introduzione per Acquaman o per Flash che sono delle vere e proprie macchiette, sopratutto Flash, e che non danno minimamente giustizia ai personaggio originali.

Sono solo contento di aver speso la metà del prezzo del biglietto pieno per questa roba perchè non valeva neanche il costo di uno spillato.


Prima di salutarvi vi invito a passare sulle nostre pagine affiliate: Doctor Who "ita "Telefilm ObsessionTraduttori AnonimiMAh 

Alla prossima!

#Cinema
#JusticeLeague

Perchè io credo (a) in Zack Snyder, questa volta




Anche se "Watchmen" è uno dei miei film preferiti, ci sono arrivato negli ultimi giorni, non ho mai fatto mistero con nessuno di non amare particolarmente Snyder.
Da una parte per la sua particolare regia dall'altra perché non credo sia questo grande sceneggiatore come la Warner ci ha voluto far pensare in questi anni.
"Man of steel", "Batman v Superman" sono usciti direttamente dalla sua penna e non sono dei bei film a livello di scrittura: proprio per niente.
Zack sarà sicuramente un autore particolare, con una sua visione che però non so quanto sia in grado di scrivere qualcosa da solo, senza una guida.


Una visione però, questo è innegabile, Snyder l'ha e l'aveva.
Snyder aveva una sua idea del cosmo DC e della sua Justice League.
Il suo Superman era qualcosa e così il suo Batman e tutti gli altri.
Alcune idee potevano non piacermi, forse la maggior parte, ma erano sue e basta.
Non della Warner, non copiate dalla Marvel ma sue e basta.

Questa idea però, queste idee sono state prese e portate via da "Justice league" per mano della stessa Warner.
Tutte le filosofie di Snyder sono state asportate da quello che era il suo film per rendere "Justice league" un qualcosa di completamente anonimo.
Non per colpa di Snyder ma per colpa della Warner.

Forse, quindi, la colpa non è sempre stata di Snyder, forse lui non voleva Batman nel secondo film di questo universo.
Forse, Snyder, avrebbe sbagliato ma magari non così tanto quindi io, questa volta, in, a, Zack Snyder credo.

Prima di salutarvi vi invito a passare sulle nostre pagine affiliate: Doctor Who "ita "Telefilm ObsessionTraduttori AnonimiMAh 

Alla prossima!

#Editoriale
#JusticeLeague

lunedì 27 novembre 2017

Coming soon...





Indovinate che cosa vado a vedere oggi...

The amazing Spiderman 3 - Scacco matto 4





Spiderman, Peter Parker stava per morire, stava per soffocare e non avrebbe mai detto che proprio l'uomo che qualche tempo fa aveva cercato di ucciderlo, Testa di Martello, l'avrebbe salvato.
Non fu propriamente Testa di Martello ma furono i suoi uomini che irruppero nella stanza di Kraven e iniziarono a sparare senza un obiettivo preciso.
Il cacciatore si rese subito conto della situazione e in breve si diede alla fuga.
Peter svenì e l'unico volto che vide prima di chiudere gli occhi era quello di Felicia Hardy.

venerdì 24 novembre 2017

AHS 7 Cult - Un ennesimo anno pieno di paure



Arrivati al settimo anno di questo folle delirio che è "AHS" è davvero difficile non sorprenderci per ciò che vediamo, stupirci per le brusche virate della serie o ritrovare dei punti in comune in ogni anno di questo racconto.

Se, ormai, non esistono più scuse per non sapere quali sono i pregi e i difetti di questa serie c'è, però, da dire che questa volta Murphy si è superato e ha creato una serie prepotentemente legata alla realtà e alla sua visione politica del mondo messa a dura prova dalla nomina di Trump alla presidenza americana.

Fermo democratico l'autore della serie non ha problemi a dire cosa ne pensa del mondo e delle persone che hanno votato Trump come presidente.
Utilizzando questo metodo al vetriolo la serie si pone in netta contrapposizione con l'attuale presente e l'attuale America diventandone uno specchio distorto.
 
Murphy, finalmente, riesce a raggiungere il suo obiettivo: una trasposizione fedele ma distorta, attraverso le paure, del mondo.
Andando più avanti però, sfruttando i soliti sistemi di "AHS", il focus di Murphy si sposta da Trump all'America in generale e ai suoi limiti messi proprio sotto i riflettori dalla campagna elettorale.
Così si parla della questione femminile e degli equilibri di potere e della stampa.
 
In breve tempo Murphy tocca tutti questi problemi dando la sua visione giusta del mondo salvo poi, chiarire, che probabilmente anche la sua visione non è del tutto corretta.
Ennesimo anno e, fortunatamente, ennesima volta che "AHS" mi accontenta.

Che dirvi quindi?
Se conoscete i pregi e i difetti di questa serie e li accettate allora non aspettare neanche un secondo per recuperarla.


Prima di salutarvi vi invito a passare sulle nostre pagine affiliate: Doctor Who "ita "Telefilm ObsessionTraduttori AnonimiMAh 

Alla prossima!

#Recensione
#AmericanHorrorStory

Autopubblicità 8 - Lord Of Salem



lunedì 20 novembre 2017

The amazing Spiderman 3 - Scacco matto 3





In pochissimo tempo Kraven si avventò sulla gola di Peter senza nessun rimorso.
Come un animale ferito in cerca della salvezza il cacciatore non dava segni di cedimento ed aveva gli occhi inniettati di sangue.
Peter invece non era mai stato così provato in vita sua e in breve, seppur prima si era liberato, ora si ritrovava con le mani dell'uomo chiuse sulla sua gola: ancora una volta non era stato in grado di vincere o di difendersi.
Il respiro si faceva sempre più faticoso e la vista iniziava ad annebbiarsi.
Mancava davvero poco quando..

Autopubblicità 3 - Prodotti antologici





Mentre aspettate il nuovo racconto di oggi ecco qui una nuova autopubblicità!

venerdì 17 novembre 2017

Trailer Reaction 12 - Rampage





Io lo so che questo è un film tratto da un videogioco però...
andiamo di trailer:


Io normalmente per queste porcate vado tranquillamente al cinema il problema vero, a questo giro, è che mi sembra tutto davvero troppo esagerato e pagare un biglietto a qualsiasi prezzo per questa cosa mi sembra una follia vera e propria.
Non so se sono le battute al limite della stupidità infinita o il numero elevato di animali giganti ma questo per me è davvero, davvero troppo.


Prima di salutarvi vi invito a passare sulle nostre pagine affiliate: Doctor Who "ita "Telefilm ObsessionTraduttori AnonimiMAh 

Alla prossima!

#TrailerReaction
#Rampage

Autopubblicità 2 - Iron Fist





Nuovo articolo di autopubblicità ragazzi miei.
Seguite!

mercoledì 15 novembre 2017

Before Justice League...





A breve, chi è fan e anche chi no, andrà al cinema per vedere "Justice League".
Ora, nel video qui sotto trovate ciò che ci sarà dopo i titoli di coda come da tradizione.
Se volete dategli uno sguardo anche perchè non spoilerano il film.

Posto questo video perchè ne parlerò appositamente in un futuro articolo.
Vedrete.



Prima di salutarvi vi invito a passare sulle nostre pagine affiliate: Doctor Who "ita "Telefilm ObsessionTraduttori AnonimiMAh 

Alla prossima!

#Editoriale
#JusticeLeague

Autopubblicità 1 - Logan





Questi articoli plus mi danno la possibilità di farmi, come vedete dal titolo, un po' di autopubblicità legata agli altri posti in cui "lavoro".
Ecco qui quindi il primo articolo del mio secondo blog.

lunedì 13 novembre 2017

The Amazing Spiderman 3 - Scacco matto 2



Peter fece fatica ad aprire gli occhi.
Stava male, stava davvero male: gli girava la testa.
Il colpo di Kraven continuava a farsi sentire.
Peter stesso però non ci pensò neanche un secondo perchè capì subito di essere stato legato ad un tavolo operatorio e di essere in pericolo: il suo senso di ragno  non voleva fermarsi.
"Che cos" il ragazzo non fece in tempo a finire che Kraven uscì dall'ombra e iniziò a ridere come un matto.
"Forza ragazzo, liberati così avrò di nuovo il piacere di stenderti.
Salta via da quel tavolo così mi darai l'occasione di stenderti e di prelevati il sangue dal braccio dopo averti rimesso ko".
Kraven sorrideva perchè per lui tutto questo era un gioco.
Kraven sorrideva perchè aveva progettato tutto e aveva già dimostrato di poter battere Peter in un singolo duello.
Peter usò tutti i muscoli del suo corpo e riuscì a liberarsi dalle corde che lo tenevano legato.
Il giovane spiccò un salto e si mise subito in posizione per continuare a combattere: non era ancora finita.

Road to 160





Con questo post saranno cento.

Da quando ho aperto questo blog, ormai cinque anni fa, ogni nuovo anno riuscivo a tagliare il traguardo di post dell'anno prima superando sempre me stesso.
Se prima la cosa era capitata per caso ora ne ho fatto un po' un vanto ed è una "gara" che prendo sul serio.
Da oggi quindi inizia, proprio con questo post, questa sorta di gara, anche sporca visto magari il livello degli articoli extra, per arrivare ad avere 160 post su questo blog entro l'anno.

Preparatevi quindi.


Prima di salutarvi vi invito a passare sulle nostre pagine affiliate: Doctor Who "ita "Telefilm ObsessionTraduttori AnonimiMAh 

Alla prossima!

#Editoriale

venerdì 10 novembre 2017

Stranger things 2 - Un anno dopo, sempre più forti


Strano a dirsi ma basta un anno, in fiction e nella realtà, per riportare sullo schermo "Stranger things" e renderlo ancora più forte.
Un anno fa eravamo tutti alla ricerca di Will e ora siamo tutti alla ricerca di Eleven.
Un anno fa non sapevamo chi fossero Hopper o Joyce e ora li vorremmo come genitori.
Un anno fa non ci mancavano così tanto gli anni 80 come ora.

Grazie alla loro straordinaria abilità innata nel raccontare storie capaci di colpire il pubblico nel profondo, perché di questo si tratta,  i fratelli Duffer ci hanno regalato un secondo anno meraviglioso, dei nuovi comprimari fantastici e, viste queste due stagioni e le altre in arrivo, un universo impossibile da dimenticare.

Certo la serie non è perfetta, io non ci trovo il minimo difetto però, o non è per tutti, essendo un ventenn'enne non sono minimamente nel target, ed è citazionistica all'infinito, questo è impossibile negarlo, ma regge tutto meravigliosamente senza la minima sbavatura.
L'idea dei Duffer, per di più, era proprio un ibridò di citazioni che, finalmente, con questa seconda stagione ha raggiunto una propria maturità ed è passata nella categoria delle serie citate.

"Stranger things" è diventata una serie che gioca con i suoi limiti, il pagliaccio di cui parla Bob è chiaramente IT, e con i suoi "errori", Barb su tutti, senza vergognarsi.
"Stranger things" ha raggiunto la sua maturità ed è diventata, da che era una serie che parlava di cose epiche, ad essere una serie epica di suo.

Prima di salutarvi vi invito a passare sulle nostre pagine affiliate: Doctor Who "ita "Telefilm ObsessionTraduttori AnonimiMAh 

Alla prossima!

#Recensione
#StrangerThings2
#Netflix

mercoledì 8 novembre 2017

Mindhunter - Un (non) crimine perfetto


Tra "Mindhunter" e la seconda stagione di "Stranger things" vi aspetta una bella settimana di recensioni quindi preparatevi.

Avete presente "Seven"?
Avete presente "Zodiac"?
Ecco, mentre andiamo avanti, pensate intensamente a questi due film.

"Mindhunter", già rinnovato per una seconda stagione prima del debutto e programmato per altre tre in più, è passato sotto le mani di più sceneggiatori dopo essere stato completamente stravolto, a quanto dicono tutti quelli che ci hanno lavorato sopra, da quello che sino a qualche tempo prima era il produttore della serie: David Fincher.

Fincher, autore e regista meraviglioso, ha usato tutta la sua esperienza e il suo amore per il genere per scrivere uno show lento, calmo nel suo andare avanti ma anche terribilmente brutale nelle immagini.
Programmato alla lunga, visto il rinnovo fulmineo, e anche in certi brevi episodi la serie non si prende mai davvero una pausa senza però accelerare effettivamente se non prima del finale.

Utilizzando la solita storia della coppia diversa più un nuovo e particolare innesto Fincher muove i suoi personaggi in lidi già conosciuti ampliando però lo sguardo e raffinando, per via del tempo a disposizione, la psicologia dei suoi protagonisti e la gente che gli gravita intorno creando personaggi molto più che tridimensionali.

Dalla regia alla sceneggiatura alla fotografia "Mindhunter" non abbassa mai la sua qualità e la mano di Fincher si vede in lungo e in largo regalando uno show pieno di significato che potrebbe continuare e, purtroppo, si ferma.

Se amate il genere, se amate questi racconti allora questa è LA serie per voi.

Prima di salutarvi vi invito a passare sulle nostre pagine affiliate: Doctor Who "ita "Telefilm ObsessionTraduttori AnonimiMAh 

Alla prossima!

#Recensione
#Mindhunter
#Netflix

lunedì 6 novembre 2017

The amazing Spiderman 3 - Scacco matto 1



Testa di martello sembrava dormire profondamente pensò Felicia.
Per questo gli si avvicinò lentamente ma anche con poca cura.
Anche lei sottovalutò il nemico.
Testa di martello infatti, non aveva mai dormito profondamente in vita sua o, quantomeno, serenamente.
La prigione gli aveva insegnato a stare sempre con le orecchie tese e aperte.
Così non solo sentì la giovane arrivare ma la fermò prima che questa si potesse accorgere di qualsiasi cosa.
Fu un secondo ed entrambi iniziarono a combattere.
L'uomo prese la ragazza per la gola salvo poi mollare subito la presa per un calcio al cavallo: Felicia non era pronta ad arrendersi ancora una volta.
Scesa a terra, la giovane saltò graffiando il boss della città al volto e allontanandosi.
Testa si toccò il volto, sorrise e si mosse per partire all'attacco salvo fermarsi quando Felicia aprì la bocca: "Voglio parlare".
L'uomo si fermò, guardò la ragazza e dopo averci pensato su prese posto sulla sua poltrona: "Che cosa vuoi?".
"Ho una proposta per te".
Testa di martello sorrise e si mise comodo.

venerdì 3 novembre 2017

Come avrei scritto 4 - Dragonball Super





Ok, sto scrivendo questo articolo all'ultimo per rilasciarlo in orario e quindi sto mettendo insieme due idee prese qui e la.
Non arrabbiatevi perchè come mai prima d'ora non sono sicuro di quello che sto scrivendo.

Qualche giorno fa mi sono finalmente messo a vedere "Dragonball Super" e pur sapendo tutte le ragioni per la sua creazione e l'idea alla base, da una parte, mi dispiace che GT venga eliminato, infondo ci ero affezionato, dall'altra, così come i due film "di ritorno" di "Dragonball" non mi avevano entusiasmato, troppo umorismo messo anche nei combattimenti, l'idea di riprenderli e di riadattarli come i due iniziali "capitoli" di questa nuova storia mi lasciano un po' perplesso.

Vedete io, come al solito, avrei fatto le cose diversamente:

  1. Avrei finalmente chiarito la questione sulla canonicità dei film, così come l'hanno chiarita con Super, mettendo però i punti forti di quei film nella nuova serie animata.
  2. Avrei completamente eliminato la storia del super sayan God e l'avrei sostituita con il quarto livello che mi ha sempre fatto impazzire.
  3. Avrei ridato un po' di dignità ai personaggi come Trunks e Gohan che in GT erano stati completamente ammazzati. Goahn continua a fare la figura del coglione senza possibilità di salvezza.
  4. Alcuni archi di GT li avrei riutilizzati anche se avrei completamente eliminato la storia delle sfere nere del drago.
  5. Probabilmente un torneo multidimensionale, che so che più tardi ci sarà, è un'ottima idea.
Queste sono le mie cinque semplicissime e stupidissime idee per il mio "Dragonball Super" nulla di eccezionale ve?
Eh scusate, mi rifarò.
Promesso.


Prima di salutarvi vi invito a passare sulle nostre pagine affiliate: Doctor Who "ita "Telefilm ObsessionTraduttori AnonimiMAh 


Alla prossima!

#ComeAvreiScritto
#DragonballSuper

mercoledì 1 novembre 2017

Suburra - I criminali che sono quasi arrivati





Secondo articolo della giornata e primo articolo, di recente, non legato alla festività di Halloween.
Ah, sono contento che questa festa sia venuta e passata così da darmi, da una parte, un po' di respiro e, dall'altra, ridarmi la possibilità di parlare delle solite cose.
Tra queste solite cose c'è, per colpa mia, una serie tv di cui dovevo parlare da un po' di tempo: "Suburra".

Ambientata ai nostri giorni, espressamente nel 2008, la serie è un prequel del film e, credo, un semi adattamento del libro.
Ritroviamo alcuni personaggi della pellicola cinematografica e ce ne vengono presentati dei nuovi.
Lo stile, registico e stilistico, è quello delle serie Sky del genere,la casa di produzione è la stessa, ed alcuni tratti, come la grafica del titolo o la composizione del trio di protagonisti, sono chiaramente ripresi da queste serie più famose.
Proprio per questo, chiaro, rifarsi alle serie del genere più famose se queste vi sono piaciute allora andate sicuri e superati alcuni problemi, di cui ora parleremo, vi ritroverete in un terreno comune e già conosciuto che amerete.

Purtroppo però, come ho detto, "Suburra" non è priva di problemi.
Costretta da un inizio episodio sempre uguale, che idea di merda è non lo so, e da due episodi che sembrano un vero e proprio incubo per banalità e qualità degli attori la serie fa fatica a partire e non recupera mai terreno velocemente quanto dovrebbe.
Dopo i primi due episodi la serie inizia a mettersi in carreggiata ma delle interpretazioni non funzioneranno mai davvero e alcuni elementi della trama saranno davvero o frustranti o quasi nulli tanto da non interessare lo spettatore.

Superati questi problemi però, come ho già anticipato, la serie diventa gradevolissima e, per me, riesce anche a superare la prima stagione di "Gomorra" che non ho minimamente trovato interessante o incisiva in tutti i suoi tratti.
Se amate il genere questa è la serie che fa per voi.

Prima di salutarvi vi invito a passare sulle nostre pagine affiliate: Doctor Who "ita "Telefilm ObsessionTraduttori AnonimiMAh 

Alla prossima!

#Recensione
#Netflix
#Suburra

Speciale Halloween - "IT" 2017 Recensione


Questo articolo doveva arrivare ieri ma come sa chi segue i miei social, qui e qui, non sono riuscito a finirlo in tempo quindi oggi ne usciranno due.

Benvenuti signori e signori, benvenuti allo speciale di Halloween di quest anno.
Benvenuti all' ultimo articolo dedicato alla seconda festività migliore dell'anno per me, la prima è Natale chiaramente.
Benvenuti, finalmente, alla recensione del nuovo "IT".

Su questo film ne ho sentite tante, tantissime: su alcune cose sono d'accordo e su altre molto meno.
Inizialmente io, questa recensione, non volevo farla ma qualcuno me l'ha chiesta e, ripensando all'impatto che questo film ha avuto su di me, ho deciso di mettermi a scrivere.

Adattamento solo e soltanto, per questioni commerciali a conti fatti, della prima parte del romanzo di King, quella dedicata ai bambini, il nuovo "IT" diretto da un sorprendente Andy Muschietti, che avevo solo visto in un deludentissimo "La madre", c'entra in pieno tutte le mie aspettative regalandomi un horror non solo meritevole del titolo ma anche sorprendente nella sua messa in scena.
Il mostro è perfetto così come le sue apparizioni così come i bambini: per me, questo film, è perfetto.
Non so se sia stato l'attaccamento pregresso che ho per il libro o il fatto che i bambini mi abbiano conquistato ma non riesco a trovare nulla di negativo in tutta la pellicola.

La storia originale subisce alcuni cambiamenti sostanziali e marginali, dalla morte di Giorgie all'entrata nel gruppo di più di un personaggio, ma il film non si perde per strada, non perde tempo e non lascia nulla al caso.
Nessun dettaglio, nessun filo che non dovesse essere lasciato appeso è stato lasciato.

In attesa di un secondo film più adulto, così come dovrebbe essere, questa pellicola regala tutto ciò che il romanzo voleva dare, la formazione e l horror, in una nuova veste aggiornata e con un cast di giovani attori veramente strabilianti.

Prima di salutarvi vi invito a passare sulle nostre pagine affiliate: Doctor Who "ita "Telefilm ObsessionTraduttori AnonimiMAh 

Alla prossima!

#Recensione
#Halloween
#Special
#IT